NÚMENOR (2016)

   
Gruppo: Númenor
Traduzione: Vlakorados
 
Formazione:

  • Despot Marko Miranović – Voce
  • Srđan "Sirius" Branković – Chitarra e Basso
  • Vladimir Djedović – Tastiera
  • Bálint Kemény – Chitarra
  • S. Winterfell – Basso 
 

A circa due anni di distanza dalla prima chiacchierata, Aristocrazia ospita nuovamente il leader dei Númenor, Despot Marko Miranovic, per fare un po' il punto della situazione.

 


Bentornato sul nostro sito Marko. Come stai e com'è iniziato questo 2016?

Despot Marko Miranovic: Sto bene, grazie. Il nuovo anno è partito alla grande. In gennaio abbiamo registrato e pubblicato la cover di "Valhalla" dei Blind Guardian. Ci è venuta decisamente bene! La band è diventata un po' più famosa con questa canzone.

Grazie alla tua rinnovata disponibilità, ho avuto modo di scrivere anche del vostro secondo lavoro "Sword And Sorcery". Le sonorità che avete scelto per modellarlo sembrano decisamente power metal. Come mai questa scelta di allontanarsi dal panorama più «nero»?

Non ci siamo allontanati, abbiamo solo messo più power metal e anche heavy metal tradizionale (dipende dalla canzone). Sembrava che l'album fosse abbastanza caotico (nel processo di composizione), ma la reazione del pubblico è davvero buona. Dubito che registreremo un altro lavoro in quel modo, per cui "Sword And Sorcery" sarà abbastanza unico nella nostra discografia, ne sono sicuro.

Più epici, più ariosi, in certe parti più Rhapsody: come sono nati i pezzi dell'album? È cambiato qualcosa nel vostro modo di comporre?

Sì, alcune canzoni sono chiaramente ispirate ai cari vecchi Rhapsody. Questo cambiamento in fase di composizione è avvenuto un po' all'improvviso, quando abbiamo dovuto fare un cambio di formazione; il nostro tastierista Vladimir ha lasciato la band per alcune questioni nella sua vita e nella sua carriera.

Per quanto riguarda i testi, le fonti di ispirazione mi pare siano rimaste perlopiù le stesse di "Colossal Darkness" o mi sbaglio?

Sì, hai ragione. Sono ancora incentrato su vari temi fantasy, come i romanzi di Moorcock e Tolkien. E non penso che cambierò. L'idea di base è di avere la band fondata sui romanzi fantasy. Vedremo come affronterò i testi nel terzo album. Potrebbe essere qualcosa di unico.

Quando si tratta di argomenti che rimandano allo scenario fantasy coniugato al suono metal, si viene spesso accusati di renderlo troppo un cartone animato, adolescenziale, parodistico etc. Come rispondi a queste critiche?

Beh, oggi ci sono tante band che trattano questi temi e — segnati le mie parole — molte neanche a me piacciono. Ricordo comunque di tempi in cui il metal fantasy era diverso. Ma quando si parla di band seminali come Blind Guardian, Summoning o Bal-Sagoth, penso che trattino le tematiche in un modo originale tutto loro. Quindi sì, alcune band sono diventate una parodia, mentre i creatori dello stile sono rimasti vicini alle loro origini: leggi alcuni testi dei Blind Guardian degli anni Novanta e capirai.

Divaghiamo un attimo e parliamo dei Rhapsody e delle due formazioni italiane che vantano l'utilizzo di tale nome: hai avuto modo di ascoltare i loro ultimi lavori? Cosa ne pensi?

Ho appena visto i Rhapsody di Luca Turilli in tour ed è stato fantastico. Certo, i momenti migliori sono quando suona il vecchio materiale della discografia. Tuttavia mi piace molto anche il nuovo album dei Rhapsody Of Fire. Non torneranno come prima, ma c'è della qualità senza dubbio. Sembra che i Rhapsody Of Fire siano più epici, mentre Luca ha intrapreso ancora una volta un viaggio verso altri territori musicali.

Tornando all'aspetto tematico e ricordando la tua passione per il mondo fantastico a 360°, posso chiederti se apprezzi l'animazione nipponica e se ti è capitato di trovare delle serie o film che sono divenuti parte del tuo bagaglio di conoscenze? Personalmente potrei citare come riferimento opere quali "Berserk", "Claymore" o il più odierno "L'Attacco Dei Giganti"…

In realtà preferisco film e cartoni vecchi, per cui non mi piacciono quelli che hai nominato. Inoltre non ho mai apprezzato la maggior parte dei film fantasy, perché solitamente fanno schifo. Sono più appassionato di serie TV (come "X-Files") e adoro alcuni vecchi film horror come "Fearless Vampire Killers" (1967, Polanski), la serie di "Hammer Production Vampire" con Christopher Lee, entrambe le versioni di "Nosferatu" e così via.

Riprendiamo a discutere di musica. Al tempo della nostra prima intervista, i Númenor non avevano ancora suonato dal vivo, adesso invece com'è la situazione? Avete portato in giro "Sword And Sorcery"?

I Númenor sono rimasti un progetto da studio finora, ma sembra che le cose stiano cambiano velocemente, perché la band è diventata un po' più conosciuta, quindi sì, ci sono alcune offerte qua e là, ma stiamo ancora aspettando quella giusta. Direi che sarà un concerto a uno dei festival in Europa.

Il terzo disco è già in cantiere? Cosa ci dobbiamo attendere nel prossimo futuro dai Númenor?

Sì, stiamo già lavorando alla terza uscita. Il titolo provvisorio è "Chronicles Of The Realms Beyond". Dato che per la prima volta avremo un batterista reale, ci stiamo concentrando sulla produzione. La cover di "Valhalla" è il miglior esempio del suono che vorremmo ottenere. Questa canzone farà anche parte del prossimo album. Aspettatevi il viaggio epico più completo dei Númenor!

E anche in questa occasione siamo giunti all'angolo dei saluti. Marko, ti ringrazio per aver diviso con noi parte del tuo tempo e ti lascio la parola per concludere la nostra chiacchierata come meglio credi…

Grazie mille del supporto, spero che abbiate apprezzato i due album dei Númenor. Il terzo sarà il più completo!

Facebook Comments