PURGATORY

Informazioni
Autore: Mourning
Traduzione: Dope Fiend

Formazione
Mirko Dreier – Voce
René Kögel – Chitarra e Voce
Peter Wehner – Basso
Lutz Götzold – Batteria

Sono nati quasi venti anni fa i Purgatory, una band di death metal old school. Hanno appena pubblicato il loro sesto album "Necromantaeon", quindi cerchiamo di conoscerli meglio.

Benvenuti su Aristocrazia Webzine, come va la presentazione dell'album?

Hail! In questo momento stiamo promuovendo "Necromantaeon" tanto quanto possiamo e le prime reazioni al nostro lavoro promo ci hanno già raggiunto. Il live di presentazione dell'album è stato semplicemente perfetto, abbiamo avuto più di settecento persone. Siamo abbastanza soddisfatti dei giudizi fino ad ora e ci limiteremo a vedere cosa succederà.

Siete una band importante della scena tedesca, ma dal momento che molte persone non vi conoscono potete farci una breve presentazione della band?

I Purgatory sono stati fondati nel 1993 da René (chitarra/voce), Lutz (batteria) e Uwe (basso). Abbiamo sempre seguito la via del puro e fottuto death metal, il che significa che valorizziamo lo spirito oscuro della vecchia scuola di questa musica! Abbiamo pubblicato le seguenti registrazioni fino ad ora:
"Necromantaeon" (2011) album
"Cultus Luciferi – The Splendour Of Chaos" (2008) album
"Luciferianism" (2004) album
10“ Split EP con i Polymorph (2003)
"Blessed With Flames Of Hate" (2000) album
"Bestial" (1997) album
7“ Split EP con i Seirim (1997)
"Damage Done By Worm"s (1996) album
7“ EP Sadistic Spell (1995)
7“ EP Psychopathia Sexualis (1994)
"Live… Perversion" (1993) tape
Dopo vari cambi di line-up speriamo di aver trovato quella definitiva, che esiste da quando è iniziato il processo di songwriting di "Cultus Luciferi – The Splendour Of Chaos": Dreier – voce, Lutz – batteria, Peter – basso, René – chitarre.

Vi ho seguiti per molto tempo, personalmente penso che i migliori album siano "Damage Done By Worms", "Blessed With Flames Of Hate" e "Luciferianism", la vostra musica ha sempre mantenuto lo stesso stile tenendo presente il cambiamento di cantante. È stato così difficile trovarne uno come Mirko? Renè ha fatto la voce perché avevate bisogno di un cantante o perché era colui che poteva adattarsi meglio alla musica?

Ho fatto la seconda voce nella mia ex band, i Musical Massacre, così ho fatto solo la voce per i Purgatory all'inizio. Più tardi abbiamo avuto Sick come cantante quando ha lasciato la sua band, Dark Decade, e perché il suo stile ci ha dato la possibilità di evolverci musicalmente. Dopo l'album "Luciferianism" Sick ha lasciato i Purgatory per motivi personali e di lavoro. Il suo posto è stato preso dal nostro amico Mirko che aveva suonato la batteria in alcune band. E' stato sicuramente difficile trovare qualcuno che si potesse adattare a noi quando si trattava di atteggiamento e che fosse pronto a dare il 100% per i Purgatory. Dopo che lui stesso ce lo ha dimostrato in alcuni show in cui ci ha aiutato, era pronto a smettere di suonare la batteria e diventare membro a pieno titolo dei Purgatory. Questo ci ha dimostrato che è un maniaco del death metal come noi. Siamo assolutamente soddisfatti del lavoro fantastico che ha fatto in "Cultus Luciferi – The Splendour Of Chaos" e in "Necromantaeon". Un cambio di cantante è sempre un'evoluzione difficile per una band, ma pensiamo che questo scambio sia stato molto buono.

Un album dei Purgatory per me è come avere un appuntamento con un amico che sono sicuro che verrà. Come avete fatto a mantenere la vostra passione in questi anni? Come fate ad andare avanti senza essere danneggiati dalle tendenze?

Durante tutti questi anni la nostra passione per il death metal sia come amanti del metal che come musicisti ha tenuto vivo il fuoco ardente dei Purgatory. Abbiamo una visione di questa musica e non abbiamo alcuna intenzione di lasciarla influenzare dalle tendenze. Ci piace il nostro death metal old school, sinistro e blasfemo.

In "Necromanteon" ho sentito qualcosa dei Morbid Angel, state guardando al passato? Il vostro sound è simile a quello della scena europea orientale. Il vostro modo di pensare è troppo simile a persone come Peter e i Vader?

Nel 1996 e nel 1997 siamo stati in tour con i Vader due volte e di sicuro hanno influito su di noi come band, soprattutto quando si trattava del loro approccio professionale nel suonare dal vivo. Ma non abbiamo idea di come pensino Peter e i suoi compagni dal momento che siamo sempre andati per la nostra strada e avevamo la nostra idea di come volevamo il suono. Che si senta qualche parallelo ai Morbid Angel non è sicuramente voluto. Cose del genere capitano perché è sempre possibile trovare alcune somiglianze. Essere paragonati ai Morbid Angel non è sicuramente il peggiore confronto, haha.

Nuovo album e nessuna cover? Mi piacciono molto quelle dei Morgoth e degli Asphyx, perché non ne avete fatte in questo lavoro?

E' bello da sentire che ti piacciono le cover! In particolare la collaborazione con Marc dei Morgoth per il suo capolavoro old school "Pits Of Utumno" è stata una grande opportunità e ci sentiamo onorati che fosse disposto a farlo. Una cover può essere una storia molto interessante, ma noi non pensavamo a nessuna cover di un classico death metal durante il processo di songwriting di "Necromantaeon" e non vogliamo farla per forza. E' probabile che faremo cose del genere in futuro, se una canzone ci si offre per questo.

L'album contiene grandi hit, in particolare due: "Glorification Of The Lightbearer" e "Scourging Blasphemies". Come avete fatto a perfezionare il vostro songwriting? I vostri ascolti sono cambiati in questi anni? Ci sento un insano aspetto melodico (non quello ultracatchy ovviamente).

Nel corso degli anni sostanzialmente non abbiamo mai modificato del tutto il processo di songwriting. Abbiamo sempre scritto le nostre canzoni insieme nella nostra sala prove durante le lunghe jam-session. Di solito uno di noi ha un'idea o un riff e lavoriamo su questa idea fino a quando tutti sono soddisfatti del risultato. Questo modo di lavorare è il migliore e più efficace per noi. Questa procedura è diventata più intensa con la nostra evoluzione, passo dopo passo da un disco all'altro. La tua sensazione in "Glorification Of The Lightbearer" si adatta ai commenti che abbiamo già avuto su quella canzone. Pensiamo inoltre che viva dei suoi cambi dinamici tra attacchi in blast-beat veloci e parti melodiche.

Come è nata la collaborazione con la War Anthem?

La War Anthem già ci aveva offerto un accordo prima del rilascio di "Cultus Luciferi – The Splendour Of Chaos", anche se abbiamo deciso di rimanere con la Animate Records per questo disco. Poi la War Anthem è cresciuta molto negli ultimi anni e quando la Animate Records ha cominciato ad abbandonare il percorso di label tipica e a concentrarsi sul rilascio di versioni in vinile, ci siamo resi conto che avere la War Anthem come etichetta principale ci offriva la possibilità di evolverci verso un ulteriore passo come band. Ma siamo ancora in collaborazione con la Animate Records. I ragazzi sono responsabili della versione in vinile di "Necromantaeon", dal momento che stanno facendo un lavoro dannatamente buono in quel campo.

La Germania è una grande nazione per il metal, se doveste scegliere cinque band del lato old school e cinque della nuova generazione, chi scegliereste? E perché?

La Germania è sicuramente una nazione le cui band avevano molta influenza sulla scena metal internazionale. Le band più famose e più influenti a livello internazionale sono naturalmente Sodom, Destruction e Kreator. Ma la scena tedesca aveva molto più da offrire nel settore Thrash e Death come Poison, Morgoth, Violent Force, Darkness, Protector e molto altro ancora. Band di nuova generazione che servono lo spirito del metal e che sono sicuramente degne di nota sono Necros Christos, Hatespawn, Fleshcrawl, Postmortem e una band molto giovane: Nebukadnezar. E ci sono molti altri ovviamente. Tutto sommato, la scena tedesca è cresciuta molto in qualità negli ultimi anni!

Quali sono i vostri migliori ricordi delle vostre prime band? I primi contatti con il metal? E il primo album che avete comprato?

Nei primi tempi è stato molto difficile per noi per ottenere qualche registrazione metal o merchandise perchè i funzionari del GDR (Repubblica Democratica Tedesca, n.d.t.) avevano vietato quasi tutto. Abbiamo avuto il più della roba attraverso lo scambio di tape. Quindi abbiamo sperimentato la scena metal molto intensamente. Personalmente ho avuto la fortuna di entrare in contatto con questa scena molto presto. Le prime band che ho ascoltato sono stati Scorpions, Kiss e Black Sabbath. I miei primi ricordi di suonare in una band sono segnati da un sacco di birra, haha. Anche se questo modo di fare musica non aveva il carattere tipico di una band seria, come suonare i nostri strumenti senza un reale background. Ed è stato difficile ottenere qualsiasi attrezzatura. Ma tutto sommato, non vorrei dimenticare quei tempi!

C'è qualcosa degli anni '80 che ormai è perso e vi piacerebbe avere anche adesso? Sia negli aspetti musicali che negli aspetti sociali.

Abbiamo un sacco di bei ricordi di quei tempi, ma nient'altro. E bisogna ricordare che il nostro stile di vita è stato caratterizzato da un sistema politico che sicuramente non vogliamo avere indietro! Ci piace ricordare i tempi passati, ma non abbiamo alcuna nostalgia in alcun modo. Noi viviamo nel presente e il futuro è ciò che abbiamo in mente.

Molte persone stanno spingendo le band a rilasciare in formati digitali, MP3 più artwork (penso che faccia schifo, è solo una sequenza di 010101), in ogni caso il metal e in generale il mondo della musica estrema sono quelli in cui si comprano più album. Siamo destinato ad un futuro fatto di dati? Possiamo fermare questo massacro?

Hai sicuramente ragione sul fatto che questa evoluzione faccia schifo e basta! E sì, è il mondo della musica estrema che nutre ancora il valore di un prodotto reale e questo è almeno un qualcosa di cui vado fiero. Non è assolutamente in alcun modo nostra intenzione rilasciare la nostra musica in formato esclusivamente digitale. Dato che siamo patiti del vinile, abbiamo sempre i nostri album pubblicati come CD e LP e così continueremo a fare in futuro. Noi non sappiamo come si evolverà questa scena, sappiamo solo che ci vuole un prodotto non-virtuale con una copertina reale!

Parliamo della vostra vita in tour. Quali sono i vostri migliori ricordi di spettacoli dal vivo? Ce n'è uno che vi piacerebbe ripetere e un altro che vorreste dimenticare?

Vediamo i Purgatory come una fottuta band da live. Gli spettacoli dal vivo hanno sempre giocato un ruolo enorme per noi e abbiamo sempre dato il 100% sul palco! Ogni concerto è una cosa speciale per noi e abbiamo avuto un sacco di esperienze interessanti, come i nostri viaggi a Malta, il tour con Amon Amarth e Vader o quei live speciali, quando abbiamo avuto l'opportunità di invitare Martin van Drunen o Wannes Gubbels sul palco. Non ci sono live che vogliamo dimenticare perché c'è soprattutto da imparare dalle esperienze negative.

Come promuovete "Necromanteon"? C'è qualche data o un tour europeo?

Siamo decisamente ansiosi di suonare in molti concerti all'interno e all'esterno della Germania. Ci sono già un sacco di serate e festival prenotati come il German Metalfest a Dessau e il Barroselas Metal Fest in Portogallo e alcuni altri piccoli festival. Inoltre cerchiamo di realizzare un tour europeo. Aspettiamo e vediamo quali opportunità busseranno alla nostra porta!

E' ancora possibile vivere solo suonando death metal?

Se suoni la musica che suoniamo, vivere con il death metal è difficilmente possibile se il nome della tua band non è Cannibal Corpse. Ognuno di noi è legato a un lavoro e a doveri personali e non abbiamo illusioni su questo. Tuttavia i Purgatory non sono solo un "hobby" per noi. Questa band è diventata una parte enorme della nostra vita e il suo valore per noi è lontano dalle illusioni finanziarie.

Chi sono i membri dei Purgatory al di fuori del mondo della musica? Come è la vostra vita di tutti i giorni?

Il nostro stile di vita come musicisti in questa scena non è probabilmente come il solito stile di vita del "cittadino modello" ma, come abbiamo appena detto, dobbiamo guadagnarci il pane come tutti gli altri. Spendiamo tantissimo tempo per i Purgatory per quanto possibile, il che significa che proviamo più volte la settimana e che quasi ogni fine settimana e ogni vacanza significa potenziali concerti.

Vi vedremo in Italia?

Siamo stati in Italia due volte con i nostri fratelli dei Nefas e Mindsnare ed è stata un'esperienza fantastica, cazzo! Quindi, se sarà possibile, siamo ansiosi di visitare il vostro paese di nuovo!

Grazie per il tempo trascorso con noi, a voi la parola per un ultimo messaggio ai nostri lettori.

Hails a voi! Vi ringraziamo per l'intervista e vi auguriamo tanta fortuna per il futuro di Aristocrazia! Inoltre dobbiamo ricordare che verrà rilasciato uno split EP con i Darkened Nocturn Slaughtercult prodotto dalla Animate Records nel prossimo futuro. Ci vediamo là fuori maniaci! Hail Darkness! Hail Chaos! Hail Death!
Prossimi spettacoli:
19.03.2011 Monaco – Hansa 39/Feierwerk "Chaos Blast Meating"
02.04.2011 Aalen – Rock It
30.04.-01.05.2011 Barroselas (P) – XIV Barroselas Metalfest
27.-29.05.2011 Dessau – Metalfest 2011
17.-19.06.2011 Protzen – Protzen Open Air
07.-09.07.2011 Torgau – In Flammen Open Air
09.-10.09.2011 Barleben – Metal Embrace Festival 2011

Facebook Comments