IT CAME FROM OUTER SPACE #9

IT CAME FROM OUTER SPACE #9

ANNALISA – Mentre Tutto Cambia

Informazioni
Gruppo: Annalisa
Titolo: Mentre Tutto Cambia
Anno: 2012
Etichetta: Warner Music Italy
Autore: Insanity

Non sono mai stato un amante dei pregiudizi verso certi artisti o generi, ho sempre variato i miei ascolti viaggiando tra metal, elettronica, sperimentazioni e tante altre cose. Nonostante questo devo ammettere che mai avrei immaginato di avere un "colpo di fulmine" per una figlioccia di Maria De Filippi: Annalisa è infatti una delle ultime sue scoperte e "Mentre Tutto Cambia" è il secondo album della cantante savonese. Passando tra le classiche canzoni all'italiana (tra cui spicca "Prato Di Orchidee") ed altre più dinamiche quali il singolo "Senza Riserva", gli episodi migliori risultano "Lucciole" con il suo sapore molto retrò, la particolare "Tutto Sommato" e soprattutto "Tra Due Minuti È Primavera" che può vantare un ritornello trascinante ed orecchiabilissimo. La vera forza di quest'album è la voce di Annalisa, capace di trasmettere emozioni; senza di essa questo sarebbe stato un normalissimo album Pop, al contrario è decisamente sopra la media (in particolare se confrontato con le uscite delle sue colleghe DeFilippiane).


TEARS FOR FEARS – The Collection

Informazioni
Gruppo: Tears For Fears
Titolo: The Collection
Anno: 2003
Etichetta: Spectrum
Autore: Mourning

I Tears For Fears sono stati uno dei più brillanti esempi di come il rock possa essere orecchiabile, raffinato e raggiungere una soglia di fruibilità commerciale altissima, mostrando sempre e comunque di possedere una classe infinita.
La formazione inglese ha conquistato il mondo regalando singole hit come "Mad World", "Shout", "Everybody Wants To Rule The World" e "Sowing The Seeds Of Love", pezzi che tutti almeno una volta nella nostra vita avremo intonato, ascoltato o solamente riconosciuto da un passaggio alla radio, o in qualità di colonna sonora di qualche spot pubblicitario e album che nel complesso sono dei veri gioielli come "Songs From The Big Chair" e "The Seeds Of Love" in primis.
Questo cd intitolato "The Collection" raccoglie il meglio in una tracklist che si distende per diciassette brani, vi sarà d'ottima compagnia per ripercorrere il tragitto intrapreso nella carriera di questa realtà nata agli albori degli eighties sino alla prima metà degli anni Novanta, periodo nel quale venne rilasciato "Elemental".
Un perfetto modo per entrare in contatto con il sound dei Tears For Tears e invitarvi ad approfondire la conoscenza di una band che ha lasciato il proprio segno indelebile nella storia della musica.


KARL SANDERS – Saurian Exorcisms

Informazioni
Gruppo: Karl Sanders
Titolo: Saurian Exorcisms
Anno: 2009
Etichetta: The End Records
Autore: Dope Fiend

Immagino che anche il "metallaro" più becero conosca perlomeno di nome Karl Sanders e il suo operato con i Nile; forse però non tutti conoscono l'omonimo progetto solista di questo artista.
"Saurian Exorcisms" è il secondo disco partorito da questa realtà che fonde l'Ambient al Folk di ispirazione egiziana: chitarre acustiche, percussioni, strumenti tipici della zona, tastiere, voci adoranti, voci sussurranti e voci sofferenti, ogni singola parte dell'insieme collabora in maniera perfetta allo svolgimento di un'opera ambiziosa ed illuminata.
Oscurità, violenza, polvere, potenza, culti arcani e maledizioni ci portano alle narici l'odore arido del deserto e ci portano indietro nel tempo fino ai secoli in cui Aton splendeva su terre impregnate di sangue e di Spirito. "Saurian Exorcisms" è musica intensa, pregnante, evocativa, è un viaggio attraverso i millenni, è un contatto con gli Dei.


SKARFACE – Mythic Enemy #1

Informazioni
Gruppo: Skarface
Titolo: Mythic Enemy #1
Anno: 2003
Etichetta: NOCO
Autore: ticino1

Bonjour bonjour! Bonjour à toutes et à tous… come si può essere di cattiva luna dopo un tale augurio? I "last warriors" vi leggeranno i dieci comandamenti, usando a questo scopo una "French Oi Song" che giustifica le bretelle abbinate agli anfibi perfettamente lustrati di questi punk Ska. "Are You Rude?", vi chiedono. Potrete anche rispondere di no, a condizione che sappiate come divertirvi.

Nota di fondo… il gruppo si sciolse dopo pettegolezzi che affermavano una connessione del cantante con la scena di estrema destra.


ELIO E LE STORIE TESE – Italyan, Rum Casusu Çikti

Informazioni
Gruppo: Elio E Le Storie Tese
Titolo: Italyan, Rum Casusu Çikti
Anno: 1992, Ristampa 2012
Etichetta: Aspirine Music
Autore: M1

Definite Elio E Le Storie Tese un gruppo demenziale e riceverete dal sottoscritto una sonora risata di scherno e disprezzo. Chiunque si riferisca alla band in questo modo non fa che mettere in luce che un misero 1% della "materia" di cui si compone questa geniale formazione. Soltanto chi è capace di maneggiare splendidamente strumenti e spartiti, forte di un senso dell'umorismo sublime, può deliziarci con la struggente (ed esilarante) "favola" del "Vitello Dai Piedi Di Balsa", raccontarci lo "zerbinismo" di certi uomini ("Servi Della Gleba"), citare Foscolo ("Urna"), creare tormentoni bulgari come "Pipppero® " e annoverare ospiti del calibro di Claudio Bisio, Timoria, Diego Abatantuono ed Enrico Ruggeri senza che la situazione generale sfugga mai di mano per un istante. Non basterebbero fiumi di lettere digitati sulla tastiera per raccontarvi per filo e per segno "Italyan, Rum Casusu Çikti" nelle sue sfumature, omaggi e richiami, né il sottoscritto ne sarebbe minimamente capace. Quello che vi dico è: andate oltre la facciata degli ELII come clown, c'è molto molto di più sotto.

Facebook Comments