21G – Rehab | Aristocrazia Webzine

21G – Rehab

Informazioni
Gruppo: 21g
Titolo: Rehab
Anno: 2012
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: facebook.com/21gTheBand
Autore: Mourning

Tracklist
1. Wicked
2. Personal Abuse
3. Ring
4. Supposed To Be
5. Conscious Step
6. Wicked (remix)
7. Personal Abuse (remix)

DURATA: 31:14

21G - Rehab I 21g, monicker che a quanto pare deriva dalla teoria che identificherebbe il peso dell’anima umana con quella cifra, sono una formazione alla prima uscita intitolata “Rehab” nella quale ogni singolo aspetto è stato curato personalmente da loro, l’ennesima autoproduzione che tenta di farsi strada nell’oceano rock.
L’album composto da cinque pezzi più due remix è una miscela che vede partecipare parecchi artisti.
Se l’influenza di base sembra essere evidentemente quella che è una passione comune dei musicisti coinvolti, i N.I.N. di Trent Reznor, in più circostanze pare proprio di trovarsi immersi in situazioni che attingono dalla Seattle grunge degli Alice In Chains e Pearl Jam, dal post dei Silverchair sino all’alternative metallico dei Disturbed (e non sono i soli nomi che vi capiterà di tirar fuori).
È soprattutto l’impianto delle voci e dei cori a far pervenire che la ricerca in ambito rock sia ben più ampia di quel che ci si possa attendere da una proposta di stampo elettronico, elettronica del resto si rivela come fattore inglobato all’interno dei pezzi in maniera da offrire un solido supporto, aumentando la pressione del proprio peso in brani come “Supposed To Be” o le due versioni remissate di “Wicked” e “Personal Abuse” a cura di Paolo, cantante degli ormai splittati CSR, act loro corregionale conosciuto nell’underground per la fusione fra alternative rock e industrial sound.
Le direzioni che i 21g potrebbero intraprendere in futuro sono molteplici, decidessero quindi d’inasprire o rendere ancora più fruibili sonorità già adatte anche a una selezione radiofonica (probabilmente non quella italiana), le possibilità di migliorare quanto rilasciato con “Rehab” sono di fatto oggettivamente realizzabili.
C’è da lavorarci su, è però evidente che i 21g abbiano potenzialità rimaste inespresse, il perlustrare scandagliando con maggior profondità la dimensione rock sulla quale fissare la propria evoluzione potrebbe donare loro le armi adatte per fare un salto di qualità.
Per ora “Rehab” e la loro musica ci stanno più che bene così come sono nella loro naturale derivazione e spontanea imperfezione.