A DEAD FOREST INDEX – Antique

A DEAD FOREST INDEX – Antique

Informazioni
Gruppo: A Dead Forest Index
Titolo: Antique
Anno: 2012
Provenienza: Australia
Etichetta: Denovali Records
Contatti: facebook.com/adeadforestindex
Autore: Mourning

Tracklist
1. Distance
2. Anchoring The Hands
3. Black Mud
4. A New Layer
5. Turning

DURATA: 17:56

Gli A Dead Forest Index sono un duo australiano proveniente da Melbourne costituito dai fratelli Adam (voce, chitarra, armonio e organo) e Sam (batteria, timpani, percussioni, voce) Sherry che nel 2010 diede vita al primo ep “Antique”.
La stampa prima del mini conteneva tre tracce studio più una live, mentre la seconda versione fu supportata da una etichetta, la Sonorous Circle, nel marzo del 2011.
Adesso la Denovali Records non solo ripropone questo lavoro, ne mette a disposizione un’edizione diversificata rispetto all’originale dato che le canzoni sono diventate cinque: non appare più in tracklist “Under A Winter Sun”, invece troviamo “Black Mud” e “A New Layer”, con la finale “Turning” in versione studio e non live.
I diciotto minuti scarsi di “Antique” invitano l’ascoltatore ad abbandonare i luoghi cementificati, aprire la mente all’elementare corso degli eventi; la musica e le atmosfere sono intime, ancestrali ma ridotte all’osso, è minimalismo puro che si coniuga in maniera egregia alla prestazione crepuscolare del cantato di Adam. In più di un’occasione ci ritroviamo addirittura con parti eseguite a cappella, è anacronistica la sensazione di un’era che non esiste più ma che diviene quasi tangibile nel viaggio da loro introdotto.
È un po’ come se i Dead Can Dance si fossero presi la briga di giocare con l’emotività del grunge e in parte di Jeff Buckley, fattori ai quali si deve sommare una ricerca culturale che attinge dal passato “folkloristico” di artisti come Bela Bartòk.
Perdere tempo nel consigliarvi un brano piuttosto che un altro vista la durata complessiva così striminzita, seppur elegante e ricca di fascino la proposta, sarebbe alquanto superfluo, vi suggerisco pertanto d’immergervi in “Antique” e premere il tasto “repeat” svariate volte. Trovando l’ideale connessione con questo tipo di musica, non riuscirete più a farne meno.

Facebook Comments