AELTER – One

 
Gruppo: Aelter
Titolo: One
Anno: 2018
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Raven
  2. Dove
  3. Sparrow
DURATA: 25:38
 

Poco più di un anno fa rimasi piacevolmente colpito da "IV: Love Eternal", un album dalle sonorità alquanto particolari che non fece fatica a entrare nelle mie grazie; oggi Aelter torna sulle nostre pagine con un lavoro più breve, ma altrettanto interessante. Questa volta, la bizzarra creatura di Blake K. Green ci propone tre tracce dalla durata complessiva di venticinque minuti, sperimentando ancora tra suoni dark, Doom e americani.

L'apertura delle danze spetta a "Raven", con atmosfere malinconiche in qualche modo assimilabili a quelle proposte da Netra, solo in chiave più Western. Il crescendo fornito da chitarre, voce e tastiere in sottofondo, che accompagna oltre metà brano, sfocia in un abisso di stampo Doom Metal, con le sei corde che affondano quanto costruito fino a quel momento con note pesanti quanto macigni.

"Dove", invece, è più simile a un lento ottovolante i cui binari seguono un percorso imprevedibile. Gli alti e bassi della traccia si presentano in diverse modalità, specialmente nella prima metà: la sezione ritmica passa da rallentamenti pachidermici a 4/4 ipnotici arricchiti da varie percussioni, così come il lato melodico e la voce presentano sia momenti onirici che picchi emotivi, pur rimanendo costantemente in una sorta di dimensione eterea. La seconda parte si mantiene invece su livelli intensi per merito dell'ingresso delle tastiere.

L'episodio più spiazzante probabilmente è "Sparrow", caratterizzato da movenze che possono portare alla mente certe realtà Post-Punk: gli intrecci tra chitarra, basso e sintetizzatore ricreano sensazioni surreali, ulteriormente enfatizzate da una prestazione vocale teatrale e da una batteria sbilenca. Questa atmosfera bizzarra si protrae in maniera ininterrotta per vari minuti, per poi trasformarsi verso il finale in quella che potrebbe essere la colonna sonora per il sonno eterno, fatta esclusivamente di suoni e melodie sognanti.

Anche questa volta, Aelter si conferma come una realtà originale e dalla spiccata personalità, in grado di farsi apprezzare da più ambienti grazie alla natura eterogenea della proposta. "One" è un EP di neanche mezz'ora, ma la sua capacità di ammaliare lo rende un'ottima compagnia anche dopo svariati ascolti.

Facebook Comments