AKEM MANAH – Horror In The Eyes

 
Gruppo: Akem Manah
Titolo: Horror In The Eyes
Anno: 2011
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Freak Metal Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Black Magic (Punishment)
  2. The Lurking Fear
  3. Children Of Evil
  4. Funeralopolis [cover Electric Wizard]
  5. Creatures In The Walls
DURATA: 30:14
 

È passato poco meno di un anno dall'uscita di "The Devil Is In All Of You", album di debutto degli statunitensi Akem Manah, e ora sul finire del mese di marzo è stato rilasciato a prosieguo di quella strada nera come la pece, rituale e malefica l'ep "Horror In The Eyes".

Il bello della musica del trio proveniente da Portland risiede nella semplicità delle strutture, i ragazzi difatti preferiscono spesso e volentieri usufruire di soluzioni anche elementari, ma che forniscono continuità, efficacia e quell'imponente carattere oscuro alle composizioni. Il doom-death primordiale classico degli anni Novanta, rinforzato dalla spirito luciferino che lo attraversa, diviene ossessivo e dominante: se con "Black Magic (Punishment)" e "The Lurking Fear" andiamo incontro a due brani monolitici e attanaglianti, è con "Children Of Evil" che la morsa viene stretta, divenendo soffocante, con le tastiere in sottofondo che infilano al momento adeguato le note solenni e maligne decise a condurre a sè l'anima dell'ascoltatore.

L'ambiente in cui si muovono rifiuta la luce e il colore vivo che porta armonia, è il nero a regnare sovrano e quando questi decide di lasciare spazio al minore ma agonizzante compagno d'avventura grigio, ecco che prende il via la cover degli Electric Wizard: non una a caso, "Funeralopolis", seconda traccia di quel gioiello che ha per titolo "Dopethrone", che non poteva essere più indovinata. Trenta minuti lenti, trascinati e grevi che non arrestano la propria funerea marcia sino a quando le battute conclusive della cantilenante e marcescente "Creatures In The Walls" spengono le residue speranze di fuga dal claustrofobico stanzino in cui gli Akem Manah mi hanno rinchiuso.

Per chi ha avuto modo di sperimentare le sensazioni espresse dalla loro musica con il debutto, "Horror In The Eyes" sarà una conferma, la conferma che stanno crescendo nell'impostazione compositiva, mantenendo intatta la coerenza musicale che li ha caratterizzati sin dai demo. Chi invece li incrociasse con quest'ultimo per la prima volta, potrebbe trarne spunto per ricercare e approfondire la conoscenza con "The Devil Is In All Of You". In entrambi i casi fatelo, sono puro e genuino male. I lavori degli Akem Manah sono reperibili sia tramite le piattaforme digitali (Itunes, Amazon etc…) sia su siti come Cdbaby, un acquisto che vi consiglio di fare.

Facebook Comments