ALICE IN CHAINS – The Devil Put Dinosaurs Here

ALICE IN CHAINS – The Devil Put Dinosaurs Here

Gruppo: Alice In Chains
Titolo:  The Devil Put Dinosaurs Here
Anno: 2013
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Capitol Records
Contatti: Sito web  Facebook  Twitter  Soundcloud  Youtube
 
TRACKLIST

  1. Hollow
  2. Pretty Done
  3. Stone
  4. Voices
  5. The Devil Put Dinosaurs Here
  6. Lab Monkey
  7. Low Ceiling
  8. Breath On A Window
  9. Scalpel
  10. Phantom Limb
  11. Hung On A Hook
  12. Choke
DURATA: 67:23
 

Gli Alice In Chains sono stati senza dubbio uno dei gruppi più popolari del cosiddetto fenomeno grunge fino alla metà degli anni '90, poi è successo quello che ormai sanno anche i sassi. Non sono molti i casi in cui una band riesce a rimettersi in piedi — con successo — dopo la perdita di un personaggio importante come il cantante Layne Staley. La storia del nuovo corso di Cantrell e soci è nota ed è stata sviscerata più di una volta in occasione del precedente disco "Black Gives Way To Blue", mi sembra giusto in questa sede concentrarsi sul nuovo album per quello che è: un riuscito seguito di quanto sentito nel 2009.

Il titolo del disco, "The Devil Put Dinosaurs Here", cita la credenza secondo cui il demonio abbia sparso resti di dinosauri in giro per il mondo per mettere alla prova la fede nella creazione divina. Il gioco è ripreso dalla copertina, in cui teschi di diversi dinosauri si combinano attraverso effetti ottici, facendo così intravedere la sagoma di Satana.

Jerry Cantrell è, come sempre, la mente compositiva del complesso e di nuovo è riuscito a spargere molti riff di peso nell'arco dell'album: "Stone" e "Phantom Limb" sono, a mio avviso, tra i picchi in questo senso dell'intera produzione cantrelliana. La doppia voce, che era stata uno dei marchi di fabbrica del gruppo anche durante gli anni '90, torna ancora una volta con Cantrell e DuVall ad alternarsi nel compito (come nella titletrack). Lo stile, insomma, è riconoscibilmente quello cui gli Alice In Chains ci hanno abituato negli anni, pur non suonando troppo "novantiano".

Se con "Black Gives Way To Blue" la band aveva trasportato il proprio suono nel nuovo secolo con consapevolezza, con "The Devil Put Dinosaurs Here" conferma di essere ancora ampiamente in grado di comporre musica di spessore. Da dire che sessantasette minuti possono essere tanti, per quello che a conti fatti è un disco hard rock / metal con qualche momento acustico. I fan del vecchio corso potrebbero lamentare una diversa carica emotiva, rispetto ai dischi degli anni '90, ma personalmente sono dell'idea che gli Alice In Chains attuali suonino esattamente come "dovrebbero" negli anni '10.

In definitiva, è un disco che gli ascoltatori della band e del genere molto probabilmente apprezzeranno. Un album senza particolari sorprese o delusioni, ben composto ed eseguito. Sostanzialmente, un'ulteriore conferma delle qualità compositive di Jerry Cantrell, estremamente a suo agio in questi territori musicali.

Facebook Comments