ANGITIA – Bellvm Marsicvm

ANGITIA – Bellvm Marsicvm

Informazioni
Gruppo: Angitia
Anno: 2008
Etichetta: Algiz Art Productions
Autore: Cupra

Tracklist
1. Aditvs
2. Ode Ad Angitia
3. Eredità Raccolta
4. Bellvm Marsicvm

DURATA : 18:51

ANGITIA - Bellvm Marsicvm “Bellvm Mariscvm” è il demo di debutto degli Angitia, progetto abruzzese nato dalle menti di Signifer e Malaeternvm, uscito a fine del 2008 per la Algiz Art Productions e cantato intermente in italiano. Il cd composto da quattro tracce fa perno attorno alle vicenda della “guerra marsica”, sanguinosa battaglia in cui i popoli italici (tra cui Piceni, Campani, Sanniti) guidati da Marsi si ribellarono a Roma, pronti a fondare uno stato a sé, in una guerra con altissimo tributo di sangue. Il sound degli Angitia non poteva che essere dunque influenzato dalla tematica trattata: un sentore primitivo aleggia per tutto l’album, dal forte ascendente chitarre abrasive e fosche sostenute per lo più da blast beat continui e scream vocals che sono veri e propri inni di battaglia carichi di ardore con vari riferimenti all’orizzonte delle divinità marsiche. Uno dei brani più interessanti è la titletrack, in cui l’andamento delle chitarre ricorda una vera e propria bufera di neve per la sua feralità e l’alone tetro che le circonda. Momento forte è sicuramente l’acustico stacco centrale, sorretto da un drumming marziale di sottofondo, in cui vengono pronunciate il discorso prima dello scatenarsi della battaglia. Uno dei frangenti più intensi dell’album, nonostante questi intermezzi melanconici e “sommessi” siano presenti negli altri brani, ad eccezione dell’intro strumentale “Aditvs”. Un demo che conserva nelle sue trame un sapore antico soprattutto nella sua capacità di evocare epoche remote, che conservano intatto il loro fascino proprio per le poche informazioni che ci restano su di esse. “Bellvm Marsicvm” è un lavoro che pur presentando una certa ripetitiva di soluzioni e di schemi nei vari brani (cosa “fisiologica” per un demo di debutto), saprà catturare coloro che apprezzano le ascendenze scandinave nel sound unito ad un’aura primordiale e selvaggia, insieme all’amore per le tematiche pagane e storiche che riguardano il nostro paese.

Facebook Comments