ANTARES PREDATOR – Twilight Of The Apocalypse

 
Gruppo: Antares Predator
Titolo:  Twilight Of The Apocalypse
Anno: 2010
Provenienza:  Norvegia
Etichetta: Battlegod Productions
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Downfall
  2. Bbq Epilogue
  3. Wastelands
  4. As Dragons Roam The Sky
  5. Sacrament
  6. Mark 13
  7. Orion
  8. Through The Deep
  9. Twilight Of The Apocalypse
  10. Death 
DURATA: 45:40
 

Nati per volere di Øyvind Westrum dei Keep Of Kalessin a fine anni novanta, gli Antares Predator vengono da alcuni definiti death-black da altri black-thrash, per il sottoscritto si potrebbero racchiudere sotto l'etichetta comune: extreme metal.

Il debutto "Twilight Of The Apocalypse", naturale successore dell'ep "Banquet Of Ashes", trae spunti infatti sia da realtà quali Behemoth e gli stessi Keep Of Kalessin, sia da sonorità che evocano certe scelte dissonanti degli ultimi Satyricon. Di buono c'è che la formazione non si limita nel clonare o solo seguire le orme già impresse dalle suddette realtà, trovando nel guitar working di Wenstrum e nella prova vocale di Steffan Schultz (Harm ed ex-Scariot) le armi migliori da poter sfruttare per dare quella dinamica discontinua ma espressiva che fa intravedere una personalità crescente.

Non giocano al so fare di più quindi sono bravo, dosano le apparizioni dei sintetizzatori sfruttati come tappeti di puro accompagnamento, il che li rende gradevoli e affini allo svolgimento musicale in corso, concentrandosi sull'aspetto ferale delle canzoni. I brani vantano passaggi ficcanti e tirate veloci, battenti, ma calibrate sia nell'esecuzione che nella durata in modo da non divenire una forzatura tesa solo all'estremizzazione del suono.

Non ci sono tracce che spiccano in maniera evidente su altre, il lavoro si muove compatto, un insieme di discreto valore che per certi versi o questione melodica mi ha lasciato i migliori ricordi con l'accoppiata composta da "Mark 13" e "Sacrament".

Per i fruitori abituali di metal estremo nulla di nuovo all'orizzonte, certo la qualità in sé della prova fa sperare in un'ulteriore evoluzione e ampliamento dell'ambito caratteriale proprio, il che porterebbe gli Antares Predator a un livello decisamente più elevato di gradimento. "Twilight Of The Apocalypse" è un album che si staglia di poco al di sopra delle media, da consumare a volume sparato semplicemente lasciandosi  trascinare dal tiro delle canzoni.

Facebook Comments