AS WE DIE – The Right Of Choices

AS WE DIE – The Right Of Choices

Informazioni
Gruppo: As We Die
Anno: 2010
Etichetta: SG Records
Autore: Advent

Tracklist
1. It’s Time To Free Your Soul
2. My Fire Will Burn Again
3. Angel
4. My New Star
5. Nightmare
6. The End Is Coming

DURATA: 19:06

Tante piccole cose spuntano fuori ultimamente, il metalcore ha favorito la nascita di band tutte simili tra loro. La furia -core frequentemente sposa gli standard plasticosi imposti da case di registrazione economiche che permettono di lavorare con velocità ed una discreta resa. L’unica cosa che però è lecito pretendere da questo ammasso informe è di possedere almeno qualche monicker originale.
As We Die è un nome sempliciotto. Sembra una rielaborazione dell'”As I Lay Dying” inventato dai californiani, eppure come musica si discostano dal metal/hardcore.
Pare di ascoltare una equilibrata miscela dei Thousand Foot Krutch di “The Art Of Breaking” e degli August Burns Red. Melodici sì, con quella vena deathcore anonima che ricorda tantissime band come anche nessuna. I Begamaschi toppano nella fase intermedia delle canzoni all’interno della quale risultano dei piatti esecutori di solite strofe metal/deathcore, mentre i ritocchi clean o più elaborati arpeggi finali sono sentiti come sinceri e non come mere imitazioni. Ed è qui che dovrebbero insistere, abbattere le banalità iniziali di “Angel” per dedicarsi a ciò che viene molto meglio: il metalcore melodico, senza alcuna finta parte incazzosa, perchè con loro non rende la formula vocale “conati di vomito per sembrare cattivi”.
Meglio provare le belle toccate alla Trust Company come nella fine di “My New Star”, perchè cadere nell’ennesimo breakdown nell’estate 2010 è quantomai palloso.
Il platter risulta validamente articolato ma bisognoso di ritocchi anche profondi. La proposta melodica è la parte più interessante di tutto l’album, appare come un esordio suonato bene dove spiccano una buona voce con piacevoli intrecci strumentali.
L’ultima traccia, “The End Is coming”, mostra un gruppo affiatato ma poco maturo, volenteroso e compatto, questo act potrebbe dare forma a qualcosa che per tutta la sua durata non sembri “né già visto, né già sentito”.

Facebook Comments