ASTOLFO SULLA LUNA – Moti Browniani

 
Gruppo: Astolfo Sulla Luna
Titolo:   Moti Browniani
Anno: 2011
Provenienza:  Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Soundcloud  Youtube  Bandcamp  Last.fm

 
TRACKLIST

  1.  Verfremdungseffekt
  2. 2 Minuti D'Odio
  3. Nient'altro Che Un Buco Vuoto Nel Quale Si Agitano Le Ombre Delle Mie Passioni
  4. Fino All'Ultimo Battito
  5. Dick Laurent È Morto
DURATA: 17:28
 

L'enigmatico trio che compone gli Astolfo Sulla Luna, ve lo dico sin da ora, mi ha rapito, la musica composta da personaggi che usano pseudonimi quali Lei, Lui e L'Altra incarna un triangolo non solo sonoro, ma anche emotivo e di pensiero dominante, il rock serve a esprimersi. Bene, in "Moti Browniani", loro prima fatica, un ep di cinque tracce, troverete di sicuro pensiero profondo, acido e non molto ben accetto dai moralisti odierni.

Già dalla scelta del nome ricollegabile al personaggio di Astolfo, compagno dell'Orlando furioso dell'Ariosto lasciano intendere che quello che ci attende non sarà il classico pop-rock leggero da classifica che troppi promuovono.

Diciassette minuti ruvidi, privi di fronzoli e da quant'ho compreso leggendo sul loro blog volutamente registrati in forma live per mantenere viva quella sensazione naturale che si ha quando le note e la parole fluiscono senza costrizione, una jam d'idee, di menti che incrociandosi tirano fuori il malsano del quieto vivere, l'instabilità di un vissuto nel quale le concezioni di dolore e amore vanno spesso di pari passo.

Allora via con quel basso che non la smette di ficcarsi in testa come un martello pneumatico una volta alzati i ritmi, via con quel recitare straniato e straniante che per fervore e inclinazione al pathos mi ha ricordato la divina Diamanda Galas. È tutto così teatrale eppur essenziale, le melodie a esempio sono a dir poco elementari, prive di ghirogori, è negli attimi più concitati di canzoni quali "2 Minuti D'Odio" e "Dick Laurent È Morto", sfiorante la psichedelia, che si coglie l'irriverente genuinità di una proposta come quella degli Astolfo Sulla Luna.

I più attenti noteranno a più riprese i vari preso in prestito da… nel percorso testuale, è un collage di pezzi che s'incastrano perfettamente sfogando amarezza, angoscia e rabbia, la cui guida univoca è l'arte di qualsiasi forma e provenienza essa sia.

Un debutto, "Moti Browniani, che in un'Italia intellettualoide overrated e pseudo alternative di gente come Baustelle e Il Teatro Degli Orrori porta con sè una ventata di musica fatta col cuore, supportateli.

Facebook Comments