Ataraxia - QUASAR

ATARAXIA – QUASAR

Gruppo:Ataraxia
Titolo:QUASAR
Anno:2020
Provenienza:Italia
Etichetta:AnnapurnA Production
Contatti:Sito web  Facebook  Spotify
TRACKLIST

  1. Iniziazione
  2. Nebula
  3. Oneness
  4. Sex Is A Prayer
  5. Radiance
  6. The Timeless
  7. Beyondness
DURATA:55:21

Non c’è bisogno di presentazioni per una band come gli Ataraxia, ormai ampiamente tra i più rilevanti nomi della scena legata al folk etereo a livello internazionale. Li avevamo incrociati su Aristocrazia alcuni anni fa in occasione dell’uscita dell’ambizioso Deep Blue Firmament e oggi li ritroviamo a celebrare i trent’anni di attività con l’uscita di QUASAR, questa volta passando all’etichetta toscana AnnapurnA Production, con distribuzione Audioglobe.

Nicoli, Pagliari, Spaggiari e Vandelli intrecciano QUASAR saldamente al sette (un numero che ha affascinato anche noi), definito dalla band «il numero della Grazia e della realizzazione». Ci troviamo così al cospetto di sette brani, uno per ogni colore dell’arcobaleno, in cui confluiscono energie mistiche ed elementi naturali, generando una spinta verso l’alto e l’infinito se possibile ancora più marcata che negli ultimi album. Se ricordate gli Ataraxia come un progetto abbastanza legato alle suggestioni tipiche delle atmosfere medievali dell’Italia centrale e appenninica, troverete in QUASAR, invece, un ulteriore passo verso il respiro galattico e onnicomprensivo che ha caratterizzato in particolare la fase più recente della ricerca musicale degli emiliani.

I quattro ci trasportano gradualmente verso spazi incredibilmente distanti e senza tempo, sollevandoci in una colonna di luce potentissima, erotica ed eterea. Gli Ataraxia non mettono qui in scena un conflitto tra tradizione e modernità: non c’è un passato mitico al quale ritornare o un futuro luminoso a priori, tutti gli elementi musicali e concettuali coesistono in uno spicchio infinitesimale e fulgido nello spazio-tempo, oltre la nostra percezione finita delle cose. Gli strumenti e la voce fanno parte di un continuum in cui nessuna parte prevale sulle altre, un organismo in equilibrio che rappresenta l’universo.

La copertina di Nicolas Ramain sintetizza perfettamente la meditazione degli Ataraxia e offre una chiave di lettura per l’atmosfera che troviamo in QUASAR, disco che conferma ancora una volta l’ottima annata per gli appassionati di questo tipo di sonorità, insieme al ritorno delle Corde Oblique o al nuovo lavoro della musicista emergente Ols. Spegnete tutto e immergetevi completamente in questo percorso sensoriale, attraversate le mutazioni alchemiche messe in scena dagli Ataraxia, riflettete sui numeri, i colori e le stelle. Solve et coagula.

Facebook Comments