ATHROX – Are You Alive?

 
Gruppo: Athrox
Titolo: Are You Alive?
Anno: 2016
Provenienza: Italia
Etichetta: Red Cat Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Losing Your Gods
  2. Frozen Here
  3. Warstorm
  4. Gates Of Death
  5. Remember The Loneliness
  6. Pretend You
  7. My Downfall
  8. Waiting For The Eden
  9. End Of Days
  10. Are You Alive?
  11. Obsession
DURATA: 53:22
 

Gli Athrox sono un gruppo toscano formatosi nel 2014, composto da Lobo (basso), Aroon (batteria), Frank (chitarra), Syro (chitarra) e Ian (voce). Il quintetto ha debuttato nel 2016 con l'album "Are You Alive?", nel quale presenta un solido quanto piacevole e fruibile heavy metal sporcato di power-thrash, nostalgico e dall'atmosfera carica di emozioni che variano dall'epico al malinconico.

Il lavoro ruota intorno a un concept incentrato sul nostro pianeta, dilaniato da un conflitto armato costante, da una società in perenne declino e da una comunicazione di massa che elimina la personalità e il concetto stesso di persona. La corsa all'accumulo di beni materiali a discapito del vivere diviene in questo contesto, incline a un possibile giudizio universale, ancora più vuota e priva di significato. Il titolo del lavoro nasce proprio da queste riflessioni.

I Nostri parlano un linguaggio musicale semplice e di impatto, nel quale chitarre robuste e toniche (anche in fase solistica), un incedere ritmico prestante e discretamente variegato, linee melodiche accattivanti e una prestazione vocale altisonante vengono sapientemente combinati. In questa maniera è stata realizzata una serie di brani attraenti quanto energici quali "Frozen Here", "Warstorm", "Gates Of Death", "Remember The Loneliness", "End Of Days" e "Are You Alive?". In svariate occasioni poi si registra un addolcimento per l'utilizzo di toni ambientali grigiastri favoriti dall'ingresso in scena della chitarra acustica, come avviene internamente a "Remember The Loneliness" e "Pretend You".

Pur facendo notare palesemente quali siano le fonti da cui trae ispirazione, il gruppo non ne risente particolarmente, consegnandoci nel complesso una prestazione efficace e interpretata con genuinità, seppure non priva di difetti. L'equilibrio e la corposità dei suoni difatti non mi convincono del tutto, in particolare per quanto riguarda la cassa della batteria.

In conclusione, il giudizio sugli Athrox e "Are You Alive?" non può che essere sostanzialmente positivo, poiché hanno gettato basi solide sulle quali costruire il proprio futuro e guadagnare un posto al sole all'interno dell'affollato panorama metallico. Come si sa, chi ben inizia è già a metà dell'opera.

Facebook Comments