BALD ANDERS – Spiel

Gruppo: Bald Anders
Titolo: Spiel
Anno: 2018
Provenienza: Germania
Etichetta: Trollmusic
Contatti: Facebook  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Das Achte Haus
  2. Drei Wünsche
  3. Taugenichts
  4. Verhext
  5. Fantasma
  6. Rosenspalier
  7. Le Fuet
  8. Pestulon
  9. Der Onkel
DURATA: 47:01

Ve li ricordate i Lunar Aurora? La formazione black metal bavarese in cui militavano i fratelli König, prima di sciogliersi, aveva preso una piega intrigante: negli ultimi anni, infatti, mescolava il suo metallo nero con elementi elettronici, finendo praticamente per proporre talvolta brani ritmati talvolta di più ampio respiro, pur mantenendo le proprie sonorità nettamente oscure. I Bald Anders, progetto dei sopracitati fratelli Benjamin e Constantin, supportati dal batterista Clemens Kerner e dal cantante Izzy Wiggum, partono da queste basi e sono tornati in attività pubblicando prima Sammler (2017) e poi, lo scorso 21 settembre, Spiel.

Se con Sammler la band sembrava decisa a trattenersi in atmosfere tenebrose, passando dal rock al metal con nonchalance, il suo successore Spiel conferma l’intenzione iniziale. Melodie oscure e atmosfere cupe fanno da costante sfondo a brani tanto incalzanti (come la fantastica prima traccia “Das Achte Haus”) quanto ritmati (“Drei Wünsche”, per dirne una). La vena avanguardistico-sperimentale dei Bald Anders fa sì che le sonorità di questo Gioco siano vicine tanto a un certo hard rock dalle sensazioni occulte quanto al rock-metal teutonico di impronta folk à la In Extremo, includendo forti nonché comprensibilissimi rimandi alla precedente creatura dei König; tutto ciò, infine, processato attraverso un’enorme matrice progressiva.

È proprio quest’ultima-prima caratteristica a rendere Spiel così variopinto e caleidoscopico. In “Verhext”, ad esempio, vengono integrati strumenti a corda, mentre in “Rosenspailer” e nella conclusiva “Der Onkel” fanno la loro comparsa persino vibrafono e theremin; in tutti e tre i casi suonati da ospiti esterni. La facciata più colorata e variegata di questo giocoso disco, però, non è neppure la multiforme “Fantasma”, bensì quella grafica: le illustrazioni dell’intero digipak, infatti, sono superbe nella loro fiabesca semplicità. Un abete in copertina, fiamme in circolo sul disco, personaggi e luoghi fantastici dipinti lungo tutto il libretto… Una vera festa per gli occhi.

Spiel è un’opera d’arte tanto da vedere quanto da ascoltare; a differenza di altre robe uscite di recente. Scoprite i Bald Anders e riscoprite i fratelli König, perché qui i due signori (e i loro colleghi) hanno ancora molto da dire!

Facebook Comments