BEFORE THE RAIN – Frail

BEFORE THE RAIN – Frail

 
Gruppo: Before The Rain
Titolo:  Frail
Anno: 2011
Provenienza: Portogallo
Etichetta: Avantgarde Music
Contatti: Sito Ufficiale
 
TRACKLIST

  1. And The World Ends There
  2. Shards
  3. Breaking The Waves
  4. A Glimpse Towards The Sun
  5. Frail
  6. Peace Is Absent
DURATA: 01:14:43
 

I Before The Rain sono una formazione lusitana, precisamente di Setúbal, attiva fin dal 1997. E' solo dopo dieci anni che arriva il debutto sulla lunga distanza, "…One Day Less", un discreto album che ha raccolto consensi abbastanza buoni. Ora, nel 2011, il quintetto torna con il nuovo full, "Frail".

Ciò che il gruppo ci propone è un Death/Doom che si rifà in maniera evidente allo stile dei britannici My Dying Bride e agli Anathema di "The Silent Enigma", senza tralasciare una visione proveniente in special modo dal più classico versante Cathedral. Sono sicuramente degne di nota, in tracce come "And The World Ends There" e "A Glimpse Towards The Sun", le malinconiche divagazioni atmosferiche interposte ad una più catacombale striatura Death/Doom, il tutto appoggiato a certi substrati sonori che sembrano approdare nientemeno che su lidi di stampo quasi avanguardistico. Le suddette ambientazioni si fanno eteree quando inserite all'interno di soluzioni chiaramente riscontrabili in "Breaking The Waves", nella title-track (coadiuvate dall'eco di una soave voce femminile) e "Peace Is Absent"; soluzioni che favoriscono lo sviluppo prosperante di un mood che trasmette angoscianti sensazioni di decadenza.

Purtroppo però, nonostante i meriti menzionati, non mancano le note dolenti. La sfaccettata eterogeneità della proposta, infatti, provoca a tratti l'effetto "bussola smagnetizzata" che lascia interdetto l'ascoltatore. Le varie influenze e i cambi in corsa, per quanto formalmente ben eseguiti, fanno in certi casi fatica a incastrarsi tra di loro spezzettando un po' troppo l'andamento generale. Certo, la notevole durata del disco non giova in tal senso, anzi; un minutaggio più snello avrebbe sicuramente facilitato l'assimilabilità dell'album, scongiurando, almeno in parte, i quasi inevitabili cali di concentrazione che purtroppo induce. Quando si decide di comporre canzoni lunghe ed articolate va riposta molta attenzione nell'evitare di dilungarsi in maniera eccessiva su parti meno efficaci. Proprio questo è il tallone d'Achille di "Frail", disco con standard sicuramente molto buoni, ma troppo diluiti.

Attendo i Before The Rain al varco: il prossimo lavoro sarà decisivo, nel bene o nel male. Spero nel frattempo che il gruppo possa smussare questi inconvenienti, legati forse a un eccesso di zelo per dimostrare personalità. Uscirà anche a breve uno split con gli Shape Of Despair che potrebbe essere una buona occasione per sondare le intenzioni future dei portoghesi. Frattanto un ascolto a "Frail" consiglio comunque di darlo, le potenzialità non mancano, necessitano solo di essere concentrate in maniera più omogenea.

Facebook Comments