BIG DIX – Joanna And The Devil

Informazioni
Gruppo: Big Dix
Titolo: Joanna And The Devil
Anno: 2012
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: myspace.com/bigdixrockband
Autore: Mourning

Tracklist
1. You Make Me Crazy
2. Change The Way
3. Believe
4. Burning Love
5. Psychedelic Blues
6. Time For Love
7. So Hot
8. Devil’s Blues
9. The Black Man
10. Cotton Fields
11. I Wonder

DURATA: 46:08

Vi avevo promesso notizie sui Big Dix dopo “Kiss My Ace”, è infatti giunto il turno d’inserire nel lettore “Joanna & The Devil”, secondo parto del combo lodigiano e vedere cos’è cambiato, se è cambiato e… Prima di inserire il disco nel lettore spulcio il booklet e nella line-up non scorgo nessun nome nuovo bensì un “adattamento”, il ruolo di cantante è adesso ricoperto da una delle asce, è Matteo Idini a prendersi il carico, sarà stata una scelta indovinata? Oltre a tale punto mi fermo ancora un attimo per leggere la lista dei guest che non ripresenta Steve Lozzi e Ricky Ferranti ma si arricchisce delle presenze di Gianni Grecchi, Maxx Zaccheroni (Rusty Miles e Animali Rari), Daniele Mandelli (Dark Horizon) e Hayden Simpson.
Nella sua ingenuità il debutto era già più che piacevole, questo lavoro è decisamente superiore, la formazione è migliorata sia per quanto riguarda l’aspetto della composizione, che in quello esecutivo, si percepisce un maggior affiatamento e probabilmente avere dietro al microfono l’Idini è stata la scelta indovinata, non è di certo un Robert Plant, Billy Gibbons o chi volete voi, ma offre una prestazione più che dignitosa e dotata di un buon approccio emotivo, è bella e sentita la prova di “Psychedelic Blues” quanto divertente quella dell’opener “You Make Me Crazy”.
La tracklist è equilibrata, gli undici pezzi alternano del rock verace, alcolico a stelle e strisce con appassionati momenti incentrati sul portare a galla il lato “romantico” del genere, è quindi possibile incrociare la dolciastra “Believe” e l’accorata “Time For Love” come incappare nelle più sanguigne “Devil’s Blues” e “The Black Man”. Capitolo a parte meritano “Burning Love”, canzone di Dennis Linden e uno degli ultimi successi “rock” incisi da Elvis Presley nel 1972, un vero pezzo di storia, e “Cotton Fields” di Leadbelly aka Huddie William Ledbetter, chitarrista noto nel circolo del Delta blues e autore della forse più conosciuta “Black Betty” che vengono ben assimilati all’interno di una scaletta che si lascia ascoltare dal primo all’ultimo istante, offrendo più di uno spunto interessante, rilassando e regalando un paio di sorrisi a coloro che sono arrivati in fondo all’ascolto con zero pretese e tutto di guadagnato, in pratica soddisfatti.
I Big Dix proseguono il loro percorso fatto di cose semplici ma non per questo da sottovalutare, fanno quello che sanno fare meglio, suonano e dimostrano quanto amore abbiano verso il panorama rock/blues e vi riescono. “Joanna & The Devil” è un buon passo in avanti e di sicuro i vari episodi in sede live avranno anche una resa più intrigante, per questo v’invito ad ascoltare il platter e a non perderveli dal vivo.

Facebook Comments