BLASPHEMY – Live Ritual: Friday The 13th

BLASPHEMY – Live Ritual: Friday The 13th

 
Gruppo: Blasphemy
Titolo: Live Ritual: Friday The 13th
Anno: 2001
Provenienza: Canada
Etichetta: Nuclear War Now! Productions
Contatti:

Sito web  Facebook

 
TRACKLIST LIVE

  1. War Command
  2. Blasphemous Attack
  3. Gods Of War
  4. Demoniac
  5. Goddess Of Perversity
  6. Fallen Angel Of Doom…
  7. Atomic Nuclear Desolation
  8. The Desolate One
  9. Desecration
  10. Weltering In Blood
  11. Blasphemy
  12. Hording Of Evil Vengeance
  13. Ritual
TRACKLIST DIE HARD REHEARSAL CD-R

  1. War Command
  2. Blasphemous Attack / Gods Of War
  3. Demoniac
  4. Victory (Son Of The Damned)
  5. Victory (Son Of The Damned)
  6. Goddess Of Perversity
  7. Fallen Angel Of Doom
  8. Darkness Prevails
  9. The Desolate One / Atomic Nuclear Desolation
  10. Desecration
  11. Weltering In Blood
  12. Blasphemy
  13. Hording Of Evil Vengeance
  14. Nocturnal Slayer
  15. Ritual
DURATA: 37:00
 

Band canadese di assoluto culto, i Blasphemy vengono alla luce quando molti di noi erano ancora in fasce e per la precisione in quel 1984, anno foriero, assieme ai successivi due, di grandi novità e progetti per la scena metal in generale. Da sempre fautori di un war black metal apocalittico, anti-umano, pro-estinzione e totalmente dedito a quanto di più marcio, cacofonico e delirante esista sulla faccia del pianeta in ambito di musica estrema, i Nostri sono comunque riusciti a ritagliarsi una notevole fetta di spazio nel panorama underground e non, costituendo una realtà a sé stante a cui molte formazioni nel corso delle decadi hanno fatto riferimento e preso spunto!

Dopo questa utile premessa, passiamo ad analizzare il live ufficiale rilasciato dalla band nel 2001, anche se di un live album classico questo prodotto ha davvero poco… Quello che mi ritrovo tra le mani di fatto assume più i connotati di una sorta di "best of", considerando sia il minutaggio elevato (circa settantasei minuti) sia la scelta della Nuclear War Now! di introdurre le stesse tracce proposte dal vivo (eccetto un paio in aggiunta come "Darknesss Prevails" e "Nocturnal Slayer") anche nella versione rehearsal presso gli studio della Ross Bay, per un totale di ventotto episodi di pura blasfemia e ferocia che farebbero sanguinare violentemente anche le orecchie degli ascoltatori più avvezzi a sonorità estreme, malsane e purulente!

La cosa assolutamente geniale in tutto ciò è che — paradossalmente — la versione dal vivo risulta maggiormente comprensibile e appetibile, anche per la percepita presenza di un pubblico totalmente inferocito e scatenato che dà una chiara idea di quale atmosfera malvagia e brutale possa regnare in un concerto dei canadesi, aumentando a dismisura proprio il desiderio di partecipare prima o poi a una simile orgia sonora! Riguardo alla parte meramente tecnica (se di tecnica è possibile parlare nel loro caso…), entrambe le registrazioni si mantengono tutte sugli stessi stilemi: batteria a velocità folle e continuamente martellante, riffato sadico e perfido, voce sboccata che sembra opera di un selvaggio posseduto dal maligno (e contento di esserlo), basso pesante, sfrenato e minimale… in una parola Blasphemy a 360° e senza alcuna sorta di compromesso!

In conclusione, questo prodottino è sicuramente degno di valore sia per i più accaniti sostenitori della band canadese (vi si trovano di fatto pezzi immortali quali "Fallen Angel Of Doom", "Goddess Of Perversity" etc., quindi se volete ascoltarli senza cambiare mille cd è il massimo) sia per coloro che ancora poco conoscono a riguardo di tale realtà e desiderano accostarsi a essa senza spendere un patrimonio per avere tutte le uscite e farsene un'idea. Ccosa sicuramente importante a tale scopo è la presenza di un libretto informativo niente male, corredato di foto, biografia completa e uno splendida copertina ancora curata dal genio di Chris Moyen.

Se amate le sonorità fuori dagli schemi, se la vostra colazione preferita è pane rancido spalmato di scorie nucleari, se non riuscite a dormire senza la cartucciera perché avvertite la mancanza di qualcosa di rassicurante, se i vostri sogni sono popolati da schiere di Sturmgeschütz III, questo disco è da avere! Inutile aggiungere altro se non ROSS BAY CULT ETERNAL!

Facebook Comments