BOLDER DAMN – Mourning

BOLDER DAMN – Mourning

Informazioni
Gruppo: Bolder Damn
Titolo: Mourning
Anno: 2013
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Shadow Kingdoms Records
Contatti: facebook.com/pages/Bolder-Damn/411585858912033
Autore: Mourning

Tracklist
1. B.R.T.C.D.
2. Got That Feeling
3. Monday Mourning
4. Rock On
5. Find A Way
6. Breakthrough
7. Dead Meat

DURATA: 38:03

Quando ti capitano tra la mani dischi come quello dei Bolder Damn ti viene da pensare che realmente il Natale non capita solo una volta l’anno. La Shadow Kingdom Records ha ridato vita a “Mourning”, lo storico album del quartetto di Fort Lauderdale (Florida) originariamente rilasciato nel 1972. Il disco era già stato ristampato nel 1998 in formato cd dalla Rockadelic Records, si trattava sempre però di una tiratura limitata di copie, quindi è una fortuna che Tim McGrogan ci abbia voluto fare questo gradito regalo.

Parliamo di una prova superlativa che racchiude, in neanche quaranta minuti di musica, l’essenza di gruppi straordinari quali primi Black Sabbath, Blue Cheer, Stooges, Sir Lord Baltimore, MC5 e Grand Funk Railroad. Troviamo le atmosfere proto-doom dai tratti più scuri e rituali, la psichedelia allucinata classica del periodo settantiano e le onde acide del blues. Gli elementi citati si fondono e insieme danno vita a sei tracce stupende che sembrano essere poste a preludio del mastodonte conclusivo “Dead Meat”, canzone di oltre un quarto d’ora di durata che esprime al massimo le potenzialità e il vissuto interno di una band che aveva al suo arco parecchie frecce; in primis la capacità di combinare differenti ambientazioni e sviluppi delle stesse, in modo da rendere l’aria circostante fortemente drogata dall’effetto “psych” devastante.

Non c’è molto su cui dilungarsi: la proposta è ricca e, per coloro che sono da tempo in contatto con le sonorità prodotte dalle band citate come riferimento, l’ascolto di tracce quali “Got That Feeling”, “Rock On” e “Breakthrough” sarà un po’ come incrociare nuovamente un vecchio e caro amico che si conosce da una vita e che si era perso di vista. Basta davvero poco per riprendere da dove si era rimasti in precedenza, dal momento che un feeling simile difficilmente viene rovinato dal trascorrere degli anni, anche quando questi ultimi, sommandosi, diventano decadi.

“Mourning” è un gioiello che giustamente doveva essere rispolverato: il lavoro di rimasterizzazione e il libretto — nel quale, oltre alla presenza di foto della band e dei testi, vi è anche raccontata la breve vita dei Bolder Damn — rendono quest’opera di recupero storico da parte dell’etichetta statunitense completa e curata. Questa è un’ottima occasione da non lasciarsi sfuggire: se vi ritenete dannatamente appassionati di questo sound viscerale, primordialmente heavy, oscuro e allucinogeno in maniera ossessionante, non potete e non dovete mancarne l’acquisto, è stupendo!

Facebook Comments