BRAIN OF MAGGOT – Promo 2009


Informazioni
Gruppo: Brain Of Maggot
Anno: 2009
Etichetta: Autoprodotto
Autore: Advent

Tracklist:
1. The Feast Is Over
2. So That I Understand…
3. You Have Made

DURATA: 8:55

Finalmente bruBRAIN OF MAGGOT - Promo 2009 tal deathcore. Finalmente una buona fattura, italiana.
La comunità odierna ha letteralmente le palle piene di tutti i gruppi che si fotocopiano tra di loro ricercando più che una fatica sudata e ben suonata un prodotto del calibro di Hello Kitty per agganciare qualche pischella in cerca di ciuffo piastrato.
Una delle tante piccole realtà che ovviamente non essendosi amalgamata all’immaginario metalcore degli ultimi tempi ha difficoltà a trovare un’etichetta e una stabile organizzazione è rappresentata dai Brain Of Maggot, una delle poche eccezioni nel panorama -core italiano.
Il quintetto proveniente da Valdobbiadene nel Veneto mi ha recapitato felicemente questo fresco “Promo 2009” che da un’occhiata del futuro album e si è presentato sin da subito entusiasta per il mio interesse.
“The Feast Is Over” è il primo dei tre pezzi presenti nel CD, dal primo ascolto si percepisce un’esperienza non irrilevante che dona al promo una varietà e un’originalità frutto di numerose presenze live che iniettano fiducia e vivacità, le influenze death metal si sentono in continuità senza alcuno stacco melodicamente morboso, l’unico trend che la band presenta è una volonta di armare la loro carica con groove longevi e incisivi; “So That Understand” pone sul piatto un iniziale brutal nudo e “blastoso” passando per un piacevole intrico di riff e patterns che bene si affrontano tra di loro, voce death cupa e seria soprattutto in fase di scream (dove quasi tutte le band di questo genere cadono nel ridicolo), la componente hardcore è in secondo piano ma adeguatamente calibrata in un breakdown finale eseguito meticolosamente. La ripetitività è un neo molto piccolo, non danneggia nè l’ascolto e nè le canzoni stesse.
“You Have Made” ha un’impostazione abbastanza rigida e meno dinamica delle due precedenti, l’esecuzione classica consente però un piacevole incrostarsi fra scream e growl, in un salire che si fa più sincopato grazie a buoni accenni tecnici.
Dopo questi 9 minuti di ascolto la bravura riscontrata non può essere negata.
I Brain Of Maggot mostrano decisione e non fanno altro che darci fiducia, un prossimo EP o full-lenght sarà ben accolto e porrà finalmente varietà nella desolata scena deathcore italiana che offre valide sorprese a rate annuali.
Forza ragazzi, datevi da fare e continuate a scrivere!

Facebook Comments