BUCOVINA – Sub Stele

 
Gruppo: Bucovina
Titolo:  Sub Stele
Anno: 2013
Provenienza:   Romania
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Soundcloud  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Spune Tu, Vânt
  2. Sub Piatra Doamnei
  3. Soim În Vazduh
  4. Zi Dupa Zi, Noapte De Noapte
  5. Luna Preste Vârfuri [remake]
  6. Râul Vremii
  7. Day Follows Day, Night Follows Night
DURATA: 37:05
 

La Bucovina è una regione situata nella zona nord-est dei Carpazi, oggi divisa fra Romania (parte sud) e Ucraina (parte nord) e proprio da questa zona, storicamente parte integrante della più conosciuta Moldavia, ha tratto il nome la band folk proveniente dalla città di Iasi. La formazione è in giro da tre lustri e ha sinora rilasciato il buon disco d'esordio "Ceasul Aducerii-Aminte" nel 2006 e l'altrettanto piacevole ep "Duh" nel 2010, dando alla luce nel 2013 il secondo album "Sub Stele" in maniera autoprodotta.

La proposta di questo quintetto est-europeo non è di certo innovativa e non si avvale quasi per nulla dell'aggiunta di strumentazione tradizionale per ingrossare il valore dell'elemento folcloristico. Sono infatti le chitarre e le voci di Florin "Crivat" Tibu e Bogdan Luparu a dominare la scena, infondendo ai brani sia una appassionata vena epica nei momenti maggiormente melodici, acustici e puliti, sia un animo rude e selvaggio che fuoriesce dalle sezioni più aggressive ed estreme; aspetti entrambi ben esposti in "Zi Dupa Zi, Noapte De Noapte", che in pratica riassume ciò che sono i Bucovina.

Il lavoro è atmosfericamente affascinante, in più di una circostanza sembra di essere immersi in una natura il cui umore muta in corsa, come fosse pronta sia ad accogliere che a incutere timore all'ascoltatore. A questa visione poi ben si sposa la grafica confezionata dalla Kogaion Art: l'immagine di copertina è incantevole nella sua semplicità, mentre le illustrazioni utilizzate nel libretto rivelano il lato più scuro e desolato di quello stesso scenario.

"Sub Stele" è un prodotto professionale sotto tutti i punti di vista, non a caso il missaggio e il mastering sono stati affidati alle mani di signori come Dan Swanö e Mike Wead (con quest'ultimo che si è preso cura esclusivamente di "Day Follows Day, Night Follows Night"), che hanno svolto il compito egregiamente, fornendo una produzione efficacemente pulita.

Questo gradevolissimo disco è da consigliare agli entusiasti fruitori di uscite folk: prendete quindi in considerazione di trascorrere una buona mezzora e più accompagnati dalla musica dei Bucovina.

Facebook Comments