CALENDULA – Aftermaths

 
Gruppo: Calendula
Titolo:  Aftermaths
Anno: 2012
Provenienza:  Italia
Etichetta: Lo-Fi Creatures
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Waking (Prologue)
  2. Dunwich
  3. Azathoth's Arrival
  4. Octagona
  5. You, The Living
  6. Aftermaths
  7. Misotheism
  8. Muori Italia
  9. Heat The Deep
  10. Massevil
  11. Waking (Epilogue)
DURATA: non disponibile
 

Ecco il nuovo lavoro dei Calendula sotto Lo-Fi Creatures. Iniziamo col dire che, come sempre per questa etichetta, la componente grafica è di ottimo livello. Il corposo libretto è evocativo e contiene disegni e testi, tutti molto in linea col delirante e criptico percorso musicale del lavoro. La copertina è una sorta di visione sotto LSD del fiore della calendula ed è un palese avvertimento di ciò che troverete ascoltando l'album.

La musica del gruppo è un ibrido lisergico tra influenze metalcore, soprattutto per la voce, e derive doom. Il risultato finale è di non semplice fruizione e dona soddisfazioni solo dopo ripetuti ascolti. La fa da padrona, su tutto, la batteria dell'ottimo M., con i suoi ritmi non scontati, che diventa la base per le linee di chitarra e basso.

In generale consiglio questo cd a chi vuole qualcosa di non immediato e di non facile lettura, né da un punto di vista musicale né di testi. I titoli dei brani sono un chiaro omaggio al solitario di Providence, cosa che sembra davvero un punto di principio per band della Lo-Fi Creatures, visti gli ultimi lavori di King Bong e Whiskey Ritual. In definitiva: un album che non vi farà pentire dell'acquisto.

Facebook Comments