CAMION – A Serenade For Yokels | Aristocrazia Webzine

CAMION – A Serenade For Yokels

 
Gruppo: Camion
Titolo:  A Serenade For Yokels
Anno: 2011
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: Facebook
 
TRACKLIST

  1. Route 666
  2. Here Comes The Cadillac
  3. Here Comes The Harley
  4. Cowbell From Hell
  5. Beers On Wheels
  6. Can A Truck Splat A Lollipop?
  7. A Serenade For Yokels
DURATA: 34:01
 

I Camion sono un trio romano che presenta quest'anno il suo debutto "A Serenade For Yokels". Stoner Metal duro e puro è ciò che ci viene presentato da questi ragazzi che pescano a piene mani dall'attitudine desertica di band come Kyuss e Orange Goblin unendola a influenze che sembrano provenire da un background quasi death'n'roll in stile Entombed.

E' tremendamente straripante e aggressivo il groove incanalato da tracce come "Here Comes The Cadillac", "Here Comes The Harley" (in cui è assolutamente orgasmica la presenza nel finale dell'organo Hammond) e "Can A Truck Splat A Lollypop?". Allo stesso modo è meravigliosa l'anima motorheadiana che emerge prepotentemente dalle più cadenzate e rockeggianti "Cowbell From Hell" e "Beers On Wheels". Una nota di merito è doveroso tributarla anche alla voce roca e grezza di Federico che, ricordando quasi a tratti lo stile di Tom Angelripper, dona un apporto fondamentale alla parte strumentale, in cui i riff possenti e scatenati si appoggiano ad un drumming incalzante e preciso.

Il deserto e la potenza del Metal scorrono con genuinità nel sistema circolatorio del gruppo che, con questo "A Serenade For Yokels", ha sfoderato una prova di forza che non può lasciare indifferente nessun amante del filone musicale in questione. Tanta passione e tanta adrenalina sono una mistura semplice ma perfetta in una proposta che all'ascoltatore chiede soltanto di avere al proprio fianco un'ingente quantità di birra da scolare. L'album verrà rilasciato soltanto in formato digitale e venduto ai concerti tramite delle download cards, ma ritengo che pezzi di questo calibro in sede live siano delle vere e proprie bombe. I Camion si sono candidati ad avere un posto di riguardo nella scena italiana e mi aspetto grandissime cose in futuro. "A Serenade For Yokels" è una piccola grande perla che nessun appassionato dello Stoner dovrebbe lasciarsi sfuggire. Buona la prima!