CARCARIASS – E-xtinction

CARCARIASS – E-xtinction

 
Gruppo: Carcariass
Titolo:  E-xtinction
Anno: 2009
Provenienza:  Francia
Etichetta: Great Dane Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Chaos And Decay
  2. In Cold Blood
  3. Domination
  4. Exulting Pain
  5. Revenger
  6. Threshold To Madness
  7. Dying Today
  8. E-xtinction
  9. Chaos And Decay [Instrumental]
  10. Domination [Instrumental]
  11. Revenger [Instrumental]
  12. Dying Today [Instrumental]
DURATA: 01:00:41
 

I francesi Carcariass agli occhi di chi segue la scena death metal non sono un nome nuovo, certo è che si son presi una bella e lunga pausa di sette anni prima di dare un successore al loro terzo album "Killing Process" datato ormai 2002. Tocca infatti a "E-xtinction" provare almeno a mantenere gli alti standard ai quali la band ha abituato i propri ascoltatori.

Death tecnico e che dà evidente importanza alla ricerca sonora e alle composizioni, le dodici tracce delle quali molte strumentali sono uno sfoggio continuo dell'abilità in ambito sia compositivo che emozionale della formazione, che pur mostrandosi raffinata nello stile sa anche quando affondare il colpo.

Già dalla prima calda e accattivante "Chaos And Decay" mettono i paletti facendo intendere che non è mero esercizio quello che ci faranno ascoltare, ma un death spesso sopra le righe, pungente, con il growl di Raphaël Couturier cantante e bassista che inserisce sparute metriche, tuttavia sempre ben incastonate su pezzi in grado di esaltarle discorso che riguarda soprattutto "Dominion" e "Dying Today".

Queste vengono supportate da un ottimo lavoro di base del batterista Bertrand Simonin che sia in fase d'incastro, sia di passaggio compie scelte spesso anche azzardate, ma che danno quella personalità andante e progressiva che giova non poco ai brani. La costruzione dei riff e l'esecuzione a cura della coppia d'asce formate da Pascal Lanquetin e Jérôme Lachenal è ben assortita, capace di spaziare da fasi melodico-neoclassiche a partiture altamente fruibili ad altre cariche di piglio e pressanti, lasciando alla solistica spontanea, per quanto notevolmente elaborata in alcuni casi, piena libertà, l'esempio più chiaro della semplice complessità che riescono a creare lo si può riscontare in "Treshold To Madness".

L'ultima parte di "E-xtinction" ci ridona i pezzi in cui è presente la voce rivisatati in chiave unicamente strumentale, non sfigurano messi a confronto con la versione arricchita dalle liriche delle quali sembra venga quasi sottolineato il ruolo di puro orpello.

Registrato nei loro studi privati e mixato da Stéphane Buriez (Loudblast), "E-xtinction" è stato curato nel minimo dettaglio tenendo un occhio di riguardo per le linee di basso, presenti e pulsanti senza mai appannarsi a discapito degli altri strumenti per tutta la durata del lavoro.

Un ritorno in grande stile per i Carcariass, ma come stile vuole verrà purtroppo relegato a una sparuta schiera di ascoltatori. Se amate il death tecnico o ampie partiture strumentali non fatevi sfuggire l'occasione d'ascoltarlo e magari farlo vostro, chi non lo fosse, mah tentare nella vita un approccio con un disco che vale e non rientra nei propri canoni potrebbe essere la via per trovare varianti ai soliti, per quanto graditi, ascolti.

 

Facebook Comments