CARNE – Modern Rituals

 
Gruppo: Carne
Titolo: Modern Rituals
Anno: 2017
Provenienza: Francia
Etichetta: Drown Within Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. White Flag
  2. Inked Mask
  3. Bad Tooth
  4. The End Of Us
  5. Cloak
  6. Collective Dictatorship
  7. Northern Light
  8. Lord Less
DURATA: 40:47
 

Sulla propria pagina Bandcamp, i Carne si presentano in modo decisamente essenziale, ma esaustivo: «we are two and we play loud since 2008». Abbiamo a che fare con una realtà francese già avviata, dunque, che alle sue spalle ha un EP e un altro album a lunghezza piena. Ascoltando la nuova opera del duo di Lione, ci si rende conto che c'è un robusto rodaggio alle spalle del progetto, che con "Modern Rituals" forse non stupisce, ma convince.

I Nostri si cimentano in uno sludge metal di qualità, dalla consistenza massiccia e dalle idee ben sviluppate, amalgamato a un più moderno post-hardcore. La giusta lunghezza estesa-ma-non-troppo degli otto brani consente di goderne senza annoiarsi e di apprezzare le sfumature che i Carne riescono a tratteggiare con discreta maestria, confermando e leggermente evolvendo ciò che avevano già affermato nel precedente "Ville Morgue", di quattro anni più vecchio.

Il disco si apre con "White Flag", una violenta sequela di sberle sonore che pone in uno stato mentale disagiatamente confortevole. Tuttavia è "Inked Mask" a strappar via ogni brandello di umanità a suon di elementi noise e psichedelici, tracciati in modo pesante e fosco come pochi altri. "The End Of Us" crea un'atmosfera sghemba, molto interessante ed evocativa, soprattutto grazie alla solida capacità delle chitarre e delle linee vocali struggenti. Dopo la più convenzionale "Cloak", vera e propria coltre di oscurità, va menzionata "Northern Light" per il suo impatto e la sua complessità in una struttura pur molto lineare.

La ritualità moderna, nella sua soffocante decadenza fondata sulla mediocrità più sfiduciata, viene convertita in una dimensione acustica che coinvolge e si dirama nell'animo dell'ascoltatore. Inutile fare altre annotazioni: sia che siate dei nichilisti duri e puri o dei figli dei fiori con un briciolo di scetticismo nel profondo del vostro cuore, i Carne vi sapranno rinchiudere per una quarantina di minuti tra mura di angoscia e riflessività.

Facebook Comments