CASTROFATE – Cataclysmic Insanity

CASTROFATE – Cataclysmic Insanity

 
Gruppo: Castrofate
Titolo: Cataclysmic Insanity
Anno: 2008
Provenienza: U.S.A.
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Myspace

 
TRACKLIST

  1. Flying Blind
  2. So Far Away
  3. Fear
  4. Reflections Of The Past
  5. Nightmares
  6. A New Hope
  7. Misguided Path
  8. Eternity
  9. Back In Time
  10. Futile Attempt
DURATA: 54:41
 

Castrofate: il nome di questa band newyorkese mi dice poco o nulla, però è formata da musicisti che sono attivi da anni nella scena metal statunitense. La loro proposta è un thrash metal che chiama fortemente in causa la parte più heavy del genere, prendendo spunto sia da Metallica, Megadeth e Slayer che dall'acidità dei Venom e degli Xentrix.

"Cataclysmic Insanity" è un vero tuffo nel passato e comprende dieci tracce, non prive di pecca. Se nel complesso infatti il disco risulta essere una buona prova, singolarmente perde un po' di punti a causa di alcuni brani che — se fossero stati meglio assemblati — avrebbero dato più energia e una spinta maggiore per esaltare il risultato finale. Vanno menzionate le esecuzioni asciutte e disinvolte dell'apertura "Flying Blind", di "Fear" e  "Nightmares", pezzo che racchiude in sé le qualità più spiccate della band come una grande prestazione vocale, un riffato killer e immediatezza da vendere. Oltre le tre citate, ci sarebbero da tenere in considerazione anche "Misguided Path" dall'anima più groovy, "A New Hope" che in parte riesce a trascinare e il dolce strumentale acustico "Eternity", mentre gli episodi restanti vivono di promesse incompiute, riempitivi che però non scadono eccessivamente, dando quindi il loro apporto seppur con minor rilevanza. Alle volte la semplicità del lavoro di chitarra è sin troppa, tanto da appiattirle, vi è comunque materiale da prendere come spunto per una futura miglioria.

Per ciò che concerne l'operato dei singoli, si possono rilevare la buona prova di Dan Castro dietro il microfono e lo splendido lavoro del batterista Dmitriy Shnaydman; quest'ultimo è capace di dare profondità e variare in corsa l'impostazione della sua prova, davvero un'ottima prestazione.

"Cataclysmic Insanity" è in definitiva un album di puro thrash che renderà piacevole una bella oretta d'ascolto a chi va pazzo per lo stile e i suoni della vecchia scuola. Non si fanno vivi né fronzoli né compromessi, sono solo gli anni Ottanta che ancora una volta vanno alla riscossa.

Facebook Comments