CAUGHT IN THE BETWEEN – The Asylum

 
Gruppo: Caught In The Between
Titolo:  The Asylum
Anno: 2013
Provenienza:   Finlandia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Heaven Like Hell
  2. Ready And Willing
  3. House Of Sorrow
  4. Horselike / Godlike
  5. The Asylum
  6. Fleshripper
  7. Warriors Of The Mushroom Forest
  8. Diabolical Calculation
  9. Night Of The Long Knives
  10. The Magnificent Man
  11. Towards The Grave Of God
DURATA: 43:08
 

I Caught In The Between sono una formazione finnica attiva ormai da quasi una decade e che ha sinora autoprodotto tutti i propri lavori rilasciati. L'ultimo in ordine di tempo è stato "The Asylum", partorito sul finire del 2013. La musica composta dal quartetto è genuina e incline a favorire al suo interno l'afflusso di una molteplice serie d'inflessioni stilistiche, anche se tendenzialmente le presenze più massicce ed evidenti sono rivolte ai versanti Death e Thrash.

Le sonorità con cui impatterete quindi non formeranno uno schema esageratamente eterogeneo, ma saranno comunque abbastanza varie da intrattenere l'orecchio. Avrete a disposizione a esempio una "Ready And Willing" dal gusto simile agli Entombed più "motorheadiani" e due pezzi come "House Of Sorrow" e "Towards The Grave Of God" che pare flirtano con sfumature rimembranti Paradise Lost e Dark Tranquillity.

La prestanza e le radici dei suoni più estremi non vengono però accantonate e a farcelo presente vi sono canzoni fornite di una combinazione efficace di pesantezza, melodia e atmosfera come "Horselike / Godlike", "The Asylum", "Fleshripper" e "Warriors Of The Mushroom Forest"; le ultime due in particolare sono affini per atmosfera e stile alla vecchia scuola death svedese (la prima) e melodica di Göteborg (la seconda). Il puro suono thrash grezzo è invece racchiuso in "Night Of The Long Knives".

In fin dei conti, "The Asylum" gode di una vitalità "casereccia", è un album che ha i suoi perché, pur se di certo non è perfetto (la produzione non lo è sicuramente), tuttavia è un'uscita che si lascia ascoltare ed è in grado di farci comprendere in che modo si siano mossi sinora i Caught In The Between, testimoniando inoltre l'equilibrio compositivo raggiunto. In attesa di ulteriori buone nuove da parte di questi finlandesi, vi consiglio di prestar loro un po' della vostra attenzione.

Facebook Comments