CENTAURUS-A – Side Effects Expected


Informazioni
Gruppo: Centarurus-A
Anno: 2009
Etichetta: Listenable
Autore: Mourning

Tracklist
1. The Praying Mantis
2. Narcotic
3. Drop Off
4. Morning Tremble
5. The Ease
6. Incident/Accident
7. Arson
8. Dripping Red Canvas
9. Selfmade Cage
10. Resistance Ain’t Futile

DURATA : 43:12

Questa giovane band tedesca, seppur attiva da quasi un decennio, solo quest’anno arriva a debuttare con questo full-lenght “Side Effects Expected”.
Ci troviamo di fronte ad una creatura Technical Death/Thrash dove tutte le componenti trovano forma propria offrendo un risultato più che soddisfacente.
Lo stile d’ampio respiro che lega melodia a sfuriate tecniche rende il disco interessante e scorrevole.
Il lavoro delle due asce nel ricamare trame è instancabile e brillantemente accompagnato da un drumming dinamico e vivace ed un basso pulito, a tratti jazzistico, che non disdegna brevi fasi solistiche.
“Morning Tremble” così come “Narcotic”, ma anche altre tracce di questo pattern hanno la sana influenza evoluzionistica che fu portata in auge da una delle formazioni simbolo dell’avanguardismo death metal: gli “Edge Of Sanity”, ove il tratto melodico si univa ad una ricerca dell’arrangiamento e della profondità sensazionale.
“Incident/Accident” ha un incedere prettamente melodic death che si lascia attraversare dalle fasi più complesse ed intricate per sfociare in un sound thrashy che ci condurrà alla successiva è ragionata “Arson”, dove la parte più intimista della band prende largo dettando un tempo lento che lascia spazio a melodia e soli limpidi e cristallini.
La cosa che rende abbordabile il disco a varie tipologie d’ascoltatori è proprio l’aver saputo miscelare le varie correnti musicali che all’interno vi si fondono. Un amante del classico death/thrash può trovare dei riff monolitici di prima matrice così come un appassionato di uno stile tecnico può ascoltare delle soluzioni particolareggiate e perfettamente eseguite. Ritengo “Dripping Red Canvas” la ciliegina sulla torta, la canzone che più delle altre prende e colpisce i tasti giusti nel suo esser elegantemente diretta e arzigogolata a puntino.
Plauso va alla prova del singer, che si innesta alla perfezione in questa macchina precisa come un orologio con una vocalità diretta e senza cali.
Godendo dell’ascolto di questo loro primo lavoro mi auguro si riconfermino in futuro: le possibilità ed i valori fanno ben sperare.

Facebook Comments