CITI – Citi

CITI – Citi

Informazioni
Gruppo: Citi
Anno: 2009
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/Citi
Autore: Mourning

Tracklist
1. Resonance
2. Fault
3. Sliver
4. Inception
5. Forever Stained
6. Revive
7. Future Into Nothingness
8. Feeding The Insane
9. The Hate Narrows

DURATA: 28:36

CITI - Citi I californiani Citi prendono vita grazie all’unione di membri di altre due formazioni attive nell’underground statunitense: Thee Art Of Torture e Garden Of Turbulence.
Si definiscono una band di melodic thrash death black progressive groove metal, in effetti le componenti, marcate o meno, risiedono quasi tutte nel sound proposto nel loro debutto omonimo, con quella black a essere forse l’unica non evidentemente palesata al cospetto delle altre che sorreggono l’intelaiatura delle tracce.
I neanche trenta minuti di durata dell’album sono segnati da un assalto costante, le canzoni infieriscono ponendosi in chiave moderna e “pulitina” quanto basta per guadagnarsi uno spazio nel cuore di chi segue le produzioni di quest’ultima ondata di band dedite alla violenza costellata di sfaccettature. Se da un lato si tratta di un calderone ampio e forse a tratti leggermente confusionario, dall’altro i ragazzi mettono in gioco una carta forse scontata ma che fa la sua parte: l’impatto immediato che va a proprio favore in molti dei casi.
Tenendo conto delle varie influenze, la scaletta contiene almeno quattro o cinque episodi meritevoli di rilevanza quali “Fault”, “Inception”, “Feature Into Nothingness”, “Feeding The Insane” e “The Hate Narrows”, che per chi scrive è la migliore prestazione del combo in quanto non solo esprime nella maniera più adatta la coesione delle correnti musicali ma riesce a sollecitare l’ascoltatore con l’aiuto della variante melodica sfruttata come meglio non si poteva e da un assolo incastrato alla perfezione nel brano.
Un lavoro, “Citi”, che avrà fortuna e riscontri con chi ha un approccio di proprio gusto con la visione odierna del metal e del suo continuo fondere generi per dar vita a commistioni che in alcuni casi danno dei risultati più che piacevoli.
Se vi ritrovate all’interno di tale schiera d’appassionati, i motivi per mettere su una prova come “Citi” scappocciando in libertà non vi mancheranno di sicuro.

Facebook Comments