COGNIZANCE – Inquisition

COGNIZANCE – Inquisition

 
Gruppo: Cognizance
Titolo:  Inquisition
Anno: 2013
Provenienza:  Inghilterra
Etichetta: Lacerated Enemy Records
Contatti:

Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Clones Of The Night Sky
  2. The Perennial Struggle
  3. Epistemology
  4. Defying A Natural Process
DURATA: 13:38
 

Da casa Lacerated Enemy, stavolta siamo alle prese con del "brutallo" dall'alto tasso tecnico originario di Leeds. Alex Baillie (musica, testi, chitarre, seconde voci e produzione) ed Henry Pryce (voci e ingegneria del suono), in arte Cognizance, esordiscono con quattro brevi staffilate a mezza via tra il death metal più estremo e tecnico e il deathcore levigato e un po' ruffiano tanto di moda verso la fine degli anni '00.

Il lavoro dei due è molto preciso ed elaborato, tanto che in studio, per la registrazione di sole quattro tracce, sono stati chiamati a partecipare turnisti a sufficienza da poter completare una formazione: un bassista, un batterista (per la precisione, un certo signor Alex Rüdinger, oggi nei The Faceless), un secondo chitarrista e un ulteriore ingegnere del suono a supervisionare il lavoro finale. A essi si aggiungono poi diversi contributi di artisti provenienti dalla scena deathcore-et-similia internazionale, dal chitarrista dei Fallujah all'ex-Divinity Sacha Laskow. Un piatto abbastanza ricco, insomma, per tutti gli appassionati del genere, che non rimarranno delusi dall'onestissima dose di randellate di cui è foriero questo breve ep: quattro pezzi che scorrono veloci, velocissimi, che mai scadono nella violenza più pura, ma mettono in luce un'ottima capacità di scrittura, esecuzione e produzione. Qualche breakdown ignorante, qualche riff di evidente estrazione svedese, una voce profonda e gorgogliante, il trigger onnipresente e il gioco è fatto.

Difficile categorizzare "Inquisition" come qualcosa più di un prodotto "per soli fan", tuttavia è indubbio che se esiste un equilibrio per unire la furia sconsiderata del death metal e il divertimento del deathcore, i Cognizance l'hanno trovato.

Facebook Comments