冷酷仙境 (COLD FAIRYLAND) – 2005 Live

 
Gruppo: 冷酷仙境(Cold Fairyland)
Titolo:  2005 Live
Anno: 2006
Provenienza: Shanghai, Cina
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: Sito Ufficiale
 
TRACKLIST

  1. 摹仿剧场 (Mirror Theater)
  2. 死在报纸上的孩子 (The Dead Children In The Newspapers)
  3. 摩苏尔 (Mula-Shabel War)
  4. 缭乱 (Puzzle)
  5. 诱惑之舞 (Dance Of Seduction)
  6. 洪水 (The Flood)
  7. 暗杀 (Assassination)
  8. 巴黎猫 (The Cat From Paris)
  9. 玻璃刀 (The Glass Cutter)
  10. 地上的种子 (Seeds Of Ground)
  11. 手心里绝望的花 (Holding The Flower Of Despair)
  12. 等待告别 (Waiting For The Farewell)
DURATA: 60:48
 

Non sono molti i gruppi rock originari dell'area di Shanghai che si possono definire "storici", la scena stessa è ancora in fase d'espansione e alla ricerca di suoni caratteristici. Probabilmente, è proprio la mescolanza di elementi stranieri e cinesi a delineare la peculiarità del rock shanghainese rispetto a quello di altre parti del paese.

In un'ipotetica lista di band di rilievo della zona, i 冷酷仙境 (Cold Fairyland è il nome che usano con l'estero) sarebbero decisamente da includere. All'epoca della registrazione di questo disco, nel 2005 allo ARK di Shanghai, il quintetto era composto da soli membri cinesi (due donne e tre uomini) e includeva, oltre ai canonici batteria, basso e chitarra, anche tastiera, violoncello e, soprattutto, pipa (琵琶, strumento tradizionale a corda, simile a un liuto). Questa band progressive folk rock si formò nel 2001 e ha da sempre incorporato le più varie influenze, dal prog rock occidentale (cosa molto rara per un gruppo cinese) alla musica tradizionale, a volte anche sconfinando nel metal.

La figura centrale è a mio avviso quella della voce solista/suonatrice di pipa Lin Di (all'epoca della registrazione anche tastierista), mentre il batterista Li Jia detta i tempi (spesso e volentieri anche dispari) con precisione e personalità. La resa dal vivo dei brani è assolutamente di livello ed è un ottimo biglietto da visita della proposta, mostrando le varie sonorità del quintetto (ora sestetto), con un accento sui pezzi più movimentati e "da concerto" a partire dalla potente apertura con "模仿剧场". La scaletta pesca infatti dai primi due album del complesso, con qualche incursione nel progetto solista di Lin Di ("诱惑之舞" e "洪水") e l'allora anteprima del brano "地上的种子", che preludeva alla natura più acustica e "rilassata" della loro fase successiva. La chiusura, in crescendo, è invece affidata a "等待告别", in cui viene fuori il lato più dichiaratamente rock della band.

Da allora, i Cold Fairyland hanno accolto la tastierista Xi Jin'e, in modo da permettere a Lin Di di occuparsi esclusivamente di voce e pipa, oltre che un nuovo bassista, stavolta straniero (cosa tutt'altro che rara a Shanghai). La loro data dell'otto marzo allo Yuyintang di Shanghai (piccolo locale, a suo modo storico, della città) non ha fatto altro che confermare la sensazione di trovarsi davanti a una delle realtà più interessanti del rock cinese, anche se purtroppo non ci sono stati indizi riguardo eventuali nuove uscite (l'ultimo album, "地上的种子", è infatti datato 2009).

In definitiva, band consigliatissima a chiunque fosse interessato a conoscere un approccio "diverso" al rock progressivo, ai fan delle voci femminili o a chi cerca semplicemente qualcosa di nuovo. È possibile acquistare i dischi dal loro sito ufficiale.

Facebook Comments