CRANIAL CARNAGE – Abhorrence

 
Gruppo: Cranial Carnage
Titolo: Abhorrence
Anno: 2017
Provenienza: Repubblica Ceca
Etichetta: Immortal Souls Productions
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Antichrist
  2. Perverse Asphyxiation
  3. Abhorrence
  4. Infection Heresy
  5. Obscenity
  6. Kill The Christian
  7. Sacrificial Gift
  8. Bastard
  9. Morbid Oath
  10. Sadistic Bloodbath
  11. Doomed Obsession
DURATA: 33:34
 

A volte mi domando come sia possibile che nel 2018 ancora mi ritrovi a scrivere di death metal cecoslovacco, di un gruppo che si chiama Carneficina Cranica formato da gente che urla «L'Anticristo è re / Ammirate Satana / Satana re degli dei / Amen». Non ho più quindici anni, né è più il 1993, tantomeno è più disturbante leggere e ascoltare 'sta roba, dopo una ormai totale assuefazione. Poi ci rifletto, e la banalità della risposta mi sorprende ogni volta: mi piace.

Tutto questo sproloquio per dire anche che, nel caso dei Cranial Carnage, il death metal non smette di essere divertente: qui siamo dalle parti del sound più robusto, spesso e volentieri sporcato da venature brutal e da una raffinatissima interpretazione vocale tra il suino e l'uomo scorticato vivo. I pezzi oscillano tra velocità che vanno dal sostenuto al totalmente fuori di testa, e anche se il songwriting non è memorabile e "Abhorrence" non è un album che si fa notare per qualche ragione specifica, ce n'è abbastanza per regalare una mezz'ora di sana ignoranza. Per quanto il nome del gruppo ceco rimandi a un immaginario più orrorifico e da slasher movie, le canzoni approfondiscono la spiritualità e la religione: "Antichrist", "Kill The Christian", "Sacrificial Gift" sono titoli che esplicitano il concetto senza troppi giri di parole.

I riferimenti più evidenti sono quelli alla scuola americana, tra gli Immolation per compattezza e modernità nei suoni e i Suffocation per il carico di ossessiva brutalità che i Cechi spandono ai quattro venti. Di nuovo, ci fosse un po' di personalità in più ci si potrebbe lanciare in qualche commento più entusiasta, ma il ruolo di "Abhorrence" è quello di simpatico comprimario, che potrà farti staccare il cervello e regalarti un po' di svago dopo una giornata di merda, ma che non farà migliorare la tua giornata di merda. Eppure alle volte tanto basta.

Facebook Comments