CREMATORIA – Embodiment Of Reality

 
Gruppo: Crematoria
Titolo:  Embodiment Of Reality
Anno: 2010
Provenienza:  Danimarca
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST

  1. Plague Called Man
  2. Sempiternal Disgust
  3. Dødsdrift
  4. Unveiling The Apocalypse
DURATA: 18:28
 

Saranno maggiorenni i Crematoria? Mi sa di no, o almeno guardando le foto della band l'impressione è questa. Eppure i giovani musicisti danesi ci danno sotto anche meglio di tanti colleghi della scena death metal ben più anzianotti.

Suonano un death ricco d'influenze thrash e qualche live variante grind nel comparto vocale e una vena melodica che fa da congiunzione fra il versante oltreoceanico rappresentato da gente come Suffocation e Cannibal Corpse e quello classico della Svezia primi anni Novanta.

Le quattro tracce inserite nell'ep "Embodiment Of Brutality", da poco rilasciato a succedere il demo "Demo(lish)", sono compatte, ben studiate offrendo una prestazione che mette in mostra prestanza, groove e un discreto dinamismo al quale si aggiungono una prova eccellente dal punto di vista strumentale e una solistica che quando entra in gioco ti fa sperare ce ne siano parecchie d'intrusioni similari. Le canzoni scivolano via come nulla per un re-play che va praticamente in automatico.

Il mini-lavoro ha ricevuto una cura non da poco per ciò che concerne l'aspetto della produzione, il suono è molto equilibrato e definito.

Eviterò di dilungarmi nello sterile track by track e lascerò a voi farvi un'idea, alla fine dei conti diciotto minuti della vostra vita per metter su un lavoro simile non sono sprecati di sicuro, perché sì, i Crematoria hanno tanta strada da fare ma con un biglietto da visita come "Embodiment Of Brutality" credo che un'attenta etichetta underground potrebbe metterli sotto contratto a breve. Attendo con piacere il rilascio di un primo album, sono da seguire, diamo loro un po' di tempo per una piena maturazione, se continuano di questo passo dovrebbe scappar fuori un debutto di valore considerevole, segnateveli.

Facebook Comments