Crrombid Traxorm - Anamnesis Morbi

CRROMBID TRAXORM – Anamnesis Morbi

Gruppo:Crrombid Traxorm
Titolo:Anamnesis Morbi
Anno:2020
Provenienza:Russia
Etichetta:Wroth Emitter Productions
Contatti:Facebook  Bandcamp  Spotify
TRACKLIST

  1. Intro/Rising Reanimation
  2. Mortalgramma
  3. New Vaccine
  4. Stomatologic Operation
  5. Each Physician Has His Own Graveyard
  6. Massacre Of The Innocents
  7. Damage In The 21st Chromosome
  8. Corruption Stinks
  9. Stadium/Dinosaurs
  10. Outro
DURATA:53:58

Altro giro, altra corsa in quel di Jaroslavl’ con i Crrombid Traxorm, una band fondata nell’ormai non troppo vicino (lo so, lo so, costa anche a me ammetterlo) 1990, che alla fine del 2020 ha deciso di pubblicare una versione nuova di zecca del primo demo, uscito trentuno anni fa in maniera indipendente. Questa edizione di Anamnesis Morbi conta anche qualche nuova traccia, per gradire.

Il genere proposto dai Crrombid Traxorm è un thrash-death metal con fortissimi elementi progressive e melodici, i quali diventano determinanti anche nella notevole durata dell’album stesso: se si parla di thrash o death, diciamolo, quasi un’ora è parecchio. Qui compaiono però progressioni non scontate, un’outro al pianoforte con atmosfere che ci aspetteremmo in un disco gothic e frequenti interventi con voce femminile di stampo operistico, che purtroppo non sempre risultano adeguati al resto, apparendo un po’ ridondanti e fuori posto. Le voci femminili in effetti sono tre: i sussurri di Olga Leon, quella di Tatyana Korovin che incontriamo a più riprese e quella di Evgenia Rodina, che invece compare solo in “Stadium Dinosaurs”.

Va specificato che questa versione rivista di Anamnesis Morbi, registrata durante la pandemia (a questo punto immagino proprio in isolamento, per essere più precisi) conta in effetti diversi ospiti alle chitarre, alla batteria e perfino alla tromba e al violoncello: strumenti che non ci si aspetta di certo in un disco death-thrash tradizionale, ma come abbiamo detto qui la componente progressive è forte. La sensazione che si ha durante l’ascolto è che i Crrombid Traxorm, o meglio il duo composto da Anton “Wrongweed” Manuylov e Oleg “Dr. von Könitz” Kunitsin, si siano divertiti davvero tanto nella ri-registrazione e questo depone decisamente a loro favore perché in fin dei conti fa divertire pure noi.

La traccia iniziale è una delle più basic di tutte in un certo senso, perché a eccezione dei passaggi di stampo progressivo non incontriamo molte sorprese, così come avviene col thrash-death fatto e finito di “Stomatologic Operation”. Nelle canzoni successive cominciano invece ad apparire le citate voci femminili: pur non volendole demonizzare del tutto, è evidente che in alcuni brani ci stanno davvero bene, ad esempio in “Stadium/Dinosaurs” (che non compare nella versione demo), mentre in altri fanno un po’ storcere il naso, è il caso di “Massacre Of The Innocents” e “Damage In The 21st Chromosome” (dove guastano la situazione). Tra i pezzi meglio riusciti vanno citati “New Vaccine” (la coincidenza fa sorridere, se pensiamo che è un pezzo scritto nel ’90) e i passaggi technical di “Each Physician Has His Own Graveyard”. Merita una menzione anche l’outro al piano, nonostante sia completamente slegata dal resto e non c’entri assolutamente nulla con tutto quello che la precede.

La pandemia e i vari lockdown in giro per l’Europa e il mondo hanno dato modo a moltissimi artisti di registrare nuovo materiale. In questo caso hanno funto da ispirazione affinché i Crrombid Traxorm si riunissero in studio, nella formazione attuale composta solo da Oleg e Anton, dopo ventiquattro anni dall’ultima demo No News, per rinnovare un lavoro che riesce a suonare valido anche se non più di primo pelo. A parte alcune scelte stilistiche che non condivido del tutto, Anamnesis Morbi è un’opera pregevole che ha meritato di essere ripresentata al mondo in questa sua nuova veste.

Facebook Comments