CULT OF THE HORNS / GOATVERMIN – Split

 
Gruppo: Cult Of The Horns / Goatvermin
Titolo: Split
Anno: 2014
Provenienza: Francia
Etichetta: Satanath Records / Ira Militias Productions / Dark East Productions
Contatti:

Cult Of The Horns  Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

Goatvermin  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Cult Of The Horns – Intro
  2. Cult Of The Horns – Annihilate The Fucking Mass
  3. Cult Of The Horns – Oppression
  4. Cult Of The Horns – Soldiers Of Doom / The Nuclear Front
  5. Goatvermin – Mille Prêtres Mille Putes Mille Gosses Mille Vierges
  6. Goatvermin – Atrocious Citadel
  7. Goatvermin – Décimation / Holocauste
DURATA: 24:29
 

Lo split fra Cult Of The Horns e Goatvermin rappresenta un agglomerato di animalesca e brutale malvagità in salsa francese, diffuso nel 2014 in collaborazione da Satanath Records, Ira Militias Prod. e Dark East Prod.

I Cult Of The Horns sono una creatura del solo Mephisto e compongono il lato meno opprimente di questa uscita. Il loro death-black metal bestiale e dalle influenze thrash presenta una buona varietà per gli standard del genere e suoni quasi chiari. Gli assalti all'arma bianca vengono intervallati da rallentamenti più pesanti, supportati da grugniti profondi, pur mantenendo sempre strutture lineari e una certa ripetitività nella proposizione dei riff come hanno insegnato i Von. In questo senso i nemmeno tre minuti di "Annihilate The Fucking Mass" sono esemplari, mentre "Oppression" non possiede la stessa brillantezza, a causa di una durata più che doppia.

Con l'arrivo dei Goatvermin si viene travolti da un caotico e sferragliante uragano di stampo war metal, confusionario e dall'indole schizofrenica e barbara. Il muro di suono eretto è ora più massiccio ma indefinito nei suoi dettagli, tanto che la voce fatica a giungere all'orecchio, sovrastata dalla strumentazione, in particolare dalla batteria (probabilmente una drum machine, come per i compagni di avventura). Qualunque compromesso all'accessibilità è assente e il massacro è praticamente ininterrotto.

In conclusione, per farla breve, lo split fra Cult Of The Horns e Goatvermin è da consigliare esclusivamente a chi vive e si nutre di pane, Archgoat e Blasphemy; difficilmente potrà solleticare invece qualunque altro ascoltatore. Come sempre però potrete verificare con le vostre orecchie, utilizzando la pagina Bandcamp della Satanath Records.

Facebook Comments