DARK DESOLATION – Blasphemous Pestilence

Informazioni
Gruppo: Dark Desolation
Titolo: Blasphemous Pestilence
Anno: 2012
Provenienza: India
Etichetta: Salute Records
Contatti: facebook.com/dark666desolation
Autore: Mourning

Tracklist
1. Dark Desolation
2. Catechetical Somniloquence
3. Futile Dogma
4. Insestuous Catacombs
5. Secrets Of The Black Arts [cover Dark Funeral]

DURATA: 21:48

Band indiana o scandinava? Il dubbio viene ascoltando i Dark Desolation di “Blasphemous Pestilence”.
La formazione, alla prima prova demo rilasciata tramite Salute Records, porta con sé il pesante fardello non solo della derivazione ma anche dell’incatenamento a uno stile e suoni che appartengono a un passato e una zona geografica alquanto distante da ove risiedono. Non è detto che ciò sia un male, non è però comunque lo si veda un bene.
Il black metal del quintetto proveniente da Bangalore ha senza dubbio assorbito le lezioni impartite negli anni Novanta, soprattutto quelle che portavano alla ribalta la scena svedese: le melodie, i ritmi capaci di serrare i ranghi quanto di aumentare la profondità dilatandosi e l’impostazione vocale rimandano a quella scena; non è un caso che a chiudere il lavoro vi sia una cover, peraltro discreta, di “Secrets Of The Black Arts” dei Dark Funeral.
Proprio dal punto di vista melodico qualcosa di piacevole lo si riscontra in “Futile Dogma” che pare tessere appunto melodie con riferimenti alla terra natia, mentre la produzione non perfetta fa segnalare una batteria alle volte sin troppo presente, lo noterete palesemente in “Insestuos Catacombs” e nella cover. In quest’ultima le chitarre suonano decisamente sommesse ma sembra che i Dark Desolation abbiano voluto mantenere in tutto e per tutto quella natura “raw” che caratterizzava gli albori del genere.
È un approccio iniziale che sarà gradito a coloro che ancora vanno ricercando band che portino avanti quel discorso intrapreso vent’anni or sono nel nord della nostra Europa.
Di certo “Blasphemous Pestilence” non potrà aggiungere nulla a quanto è stato già sviscerato, chissà magari proseguendo su tali coordinate stilistiche i Dark Desolation riusciranno però a ritagliarsi un angolino di spazio nel quale riversare la loro passione, le premesse sono buone.

Facebook Comments