Dead Serenity - Beginnings

DEAD SERENITY – Beginnings

Gruppo:Dead Serenity
Titolo:Beginnings
Anno:2020
Provenienza:Finlandia
Etichetta:Autoprodotto
Contatti:Facebook  Youtube  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. The Final Dawn
  2. Godless We Are
  3. Dying Sun
  4. Betrayed
  5. Darkness Within
DURATA:23:24

Uscito a febbraio dopo essere stato anticipato a dicembre dello scorso anno dal singolo “Darkness Within”, Beginnings è l’EP di esordio dei Dead Serenity. Questo quintetto finlandese si è formato in tempi molto recenti, ma annovera componenti tutt’altro che estranei alla scena melo-death della madrepatria: per dire, il cantante Mika Piipponen milita anche nei Machinæ, mentre il chitarrista Toni Lind fa parte dei Dark Tone Company.

I 23 minuti di Beginnings sono più che sufficienti per comprendere l’identità dei Dead Serenity, i quali sembrano onorare le proprie radici proponendo un death metal molto melodico, intriso della malinconia tipica di molti gruppi scandinavi che prediligono la via dell’introspezione (più o meno) pacata a quella dell’espressione di tematiche come la misantropia e l’odio a suon di mazzate sui denti. La predilezione per gli inserti melodici si nota già dall’intro strumentale “The Final Dawn”, che farebbe fortuna come colonna sonora di una qualsiasi sequenza di un film fantasy in cui l’eroe di turno scruta l’orizzonte da una collina, prima di una sanguinosa battaglia. Le tracce successive, invece, sono una dichiarazione d’amore proprio al melo-death scandinavo degli ultimi quindici-vent’anni: ascoltando “Godless We Are” e la sopracitata “Darkness Within”, ad esempio, balzano subito in mente gli svedesi Dark Tranquillity.

Nonostante le influenze siano piuttosto riconoscibili, si evince con chiarezza che i Dead Serenity non abbiano semplicemente attuato un’operazione di collage: gli elementi distintivi del genere sono stati rielaborati in modo personale, con un’evidente attenzione all’equilibrio fra la pesantezza e le parti strumentali più melodiche. Il tutto è intriso di un senso di male di vivere espresso anche dai testi, nei quali viene esplorata la consapevolezza che la morte possa, in qualche modo, placare i tormenti della vita terrena.

In conclusione, gli inizi di Beginnings sembrano molto promettenti, sebbene appaia evidente che rappresentano semplicemente un punto di partenza: possiamo dire che i Dead Serenity sono senz’altro un gruppo di cui vale la pena tenere d’occhio le mosse future.

Facebook Comments