██████ – Demo

 
Gruppo: ██████ 
Titolo:  Demo
Anno: 2014
Provenienza:  Repubblica Ceca
Etichetta: Pest Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. I
  2. II
  3. III
  4. IV
DURATA: 24:40
 

Di solito non apprezzo i gruppi dal nome impronunciabile, o che danno ai loro album "non nomi" — come il celebre "( )" e così via — non tanto per una questione di atteggiamento (alla fine un po' di "poserismo" ci sta), quanto per effettiva comodità quando si tratta di parlarne o magari consigliarne il lavoro ai nostri amici.

Capirete il mio dramma, quindi, quando mi sono trovato davanti una band senza nome che su disco si "chiama" ██████ e che ha scelto la frase wedonthaveaname per la propria pagina Bandcamp. Da dove iniziare? I ██████ (vedete?) sono un progetto di matrice black metal che ha trovato rifugio sotto il mantello della Pest Productions, l'etichetta cinese che ha distribuito nel primo 2014 questo demo (inizialmente uscito nel gennaio 2013).

Siamo di fronte a un quintetto originario di Plzen, Repubblica Ceca (un paese in continua crescita, per quanto riguarda le proposte metal), che in quattro pezzi (intitolati con i numeri romani da uno a quattro) esplora varie facce del black metal moderno. Si va dai momenti vagamente più atmosferici di "I" alla feroce cavalcata di "II", sempre accompagnati dallo straziante scream di Michal. Le quattro canzoni del demo, che si sviluppano su una durata fra i cinque e i sette minuti circa, danno un'idea molto precisa del mondo di riferimento del gruppo senza nome e in generale lasciano ben sperare per il futuro.

In copertina, il rettangolo nero che (non) dà il nome alla band campeggia su un inquieto sfondo privo di colori in cui bianco e nero sembrano darsi battaglia per occupare quanto più spazio possibile, proprio come accade nelle nostre coscienze. Il digipak è molto sobrio e rivela al suo interno i testi sia in ceco che in inglese, parole che trasudano insoddisfazione per il mondo reale e i suoi fallimenti.

I ██████ hanno recentemente pubblicato uno split insieme al gruppo emergente americano Old Soul, nel quale hanno proseguito con "V" e "VI", dando un po' di spazio alla loro anima più "deafheaveniana". In definitiva, se siete fan del black metal contaminato un po' con il post-rock, un po' con l'hardcore, questa è decisamente una band consigliata, soprattutto se non vi infastidisce il fatto di non poterli nominare.

Facebook Comments