DEMONIC OBEDIENCE – Nocturnal Hymns To The Fallen

 
Gruppo: Demonic Obedience
Titolo: Nocturnal Hymns To The Fallen
Anno: 2016
Provenienza: Scozia / Grecia
Etichetta: Satanath Records / Sevared Records
Contatti:

Facebook  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Create The Shapeless
  2. Portal Of The Sacred Kan 
  3. Forced Obscenity
  4. Impermissible Irreverence Pt. 1
  5. Nocturnal Imagery
  6. Godmade Beast
  7. Impermissible Irreverence Pt. 2
  8. Gehenna
DURATA: 36:17
 

La musica dei Demonic Obedience ci getta nei recessi più neri della Terra, dove un odore pesante appesta l'aria, echi di voci cantilenanti innalzano sommesse litanie di odio verso l'esistenza, e siamo costretti a vagare nel buio con le mani avanti, ritrovandoci a tastare altari di pietra lerci di sangue raggrumato. "Nocturnal Hymns To The Fallen" quindi arriva dritto al punto con l'atmosfera fin da subito, con una certa dose di sicurezza.

George Ntavelas, l'unico membro della band, suona un gelido death metal vecchia scuola, ma con l'aggiunta di un'aura black metal che ne scurisce le sonorità, grazie a passaggi in tremolo picking e scelte armoniche dissonanti. Talvolta i punti di riferimento sono un po' troppo chiari, difficile non trovare nell'iniziale "Create The Shapeless" passaggi memori dei Morbid Angel classici, però credo questo non sottragga molto all'effetto finale. Specie se poi brani come "Portal Of The Sacred Kan" o "Nocturnal Imagery" mettono in chiaro che Demonic Obedience è una creatura che possiede la volontà di distruggere senza lasciare sopravvissuti sul suo cammino, a forza di combinare parti cadenzate pesantissime, fraseggi gelidi che tagliano l'aria rarefatta, doppia voce scream-growl e una tempestosa drum machine. Se da una parte i suoni sono un po' amatoriali, le composizioni invece sono curate al punto giusto, alternando diverse velocità anche all'interno delle stesse tracce, dando spazio all'aggressività diretta così come a melodie ipnotiche, senza perdere mai la compattezza data da quell'alone misterioso che sanno emanare.

"Nocturnal Hymns To The Fallen" soddisfa, e la durata piuttosto limitata ci dimostra quanto l'autore di questo progetto sappia quando fermarsi prima di strafare, segno di una maturità stilistica che non bisogna dare per scontato. Io suggerisco a chi è in cerca di death metal sacrilego e feroce di dare un'opportunità a Demonic Obedience

Facebook Comments