DEVIL ELECTRIC – Devil Electric

 
Gruppo: Devil Electric
Titolo: Devil Electric
Anno: 2017
Provenienza: Australia
Etichetta: Kozmik Artifactz
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Monologue (Where You Once Walked)
  2. Shadowman
  3. Lady Velvet
  4. Acidic Fire
  5. Monolith
  6. The Dove And The Serpent
  7. Lilith
  8. The Sacred Machine
  9. Hypnotica
DURATA: 36:17
 

I Devil Electric nascono nel 2015 e iniziano a far girare il loro nome tramite l'EP "The Gods Below" nel 2016. "Devil Electric" è il primo lavoro sulla lunga distanza e ci dà la possibilità di incrociare una band di occult heavy-rock evidentemente devota al verbo settantiano dei mostri sacri Black Sabbath e Coven, ma abile altresì nell'inserirsi nel movimento odierno che fa del vintage il proprio credo (Blood Ceremony, Graveyard, Kadavar, Electric Citizen e Blue Pills sono rappresentanti di buonissimo, se non ottimo, livello), spingendosi talvolta in territori doom appartenenti ai signori Electric Wizard.

"Devil Electric" si fa apprezzare e amare senza troppi problemi: gli ingredienti atmosferici, le soluzioni chitarristiche, l'imprinting ritmico, insomma tutto ciò che lo compone si porge nei confronti dei fan di questo mondo come a voler dire «noi siamo appassionati quanto e come voi». È un disco partorito da osservanti e riverenti adepti, in grado di generare quell'incrocio fra oscurità, psichedelia e occultismo che tanto ci è caro.

Nel caso specifico gli Australiani adoperano, con gusto, l'ugola di Pierina O'Brien per garantire fruibilità ed espressività. La cantante è seducente e aggressiva quanto basta a risultare efficace per farci drizzare le antenne, risultando la più classica delle ciliegine su di una torta non perfetta, ma comunque ben riuscita.

Basta poco per comprendere chi sono i Devil Electric, cosa suonano e vogliono trasmettere. L'ascolto di pezzi quali "The Dove And The Serpent" (già incluso nel precedente mini), "Shadowman", "Lady Velvet" e "Hypnotica" non lascia dubbi in proposito. Se come il sottoscritto non siete proprio capaci di vivere un solo giorno senza una compagnia musicale di tale tipo, non potrete esimervi dall'ascolto di "Devil Electric".

Facebook Comments