DIVINE EVE – Vengeful And Ostinate

DIVINE EVE – Vengeful And Ostinate

Infrormazioni
Gruppo: Divine Eve
Anno: 2010
Etichetta: Ibex Moon
Autore: Mourning

Tracklist:
1. Whispers of Fire
2. The Ravages of Heathen Men
3. Vindication
4. Grievous Ascendance

DURATA: 17:06

Si erano già ripresentati sulla scena i membri fondatori dei Divine Eve suonando nell’incarnazione dei Rape Pillage And Burn supportati in quel progetto da Richard Cabeza, adesso hanno riesumato la creatura anni novanta dopo un’ibernazione durata quasi un ventennio. “Vengeful And Obstinate” è infatti il primo lavoro dai tempi di “As the Angels Weep” datato 1993, n’è passata di acqua sotto i ponti, come saranno adesso i Divine Eve? Suoneranno alla stessa medesima maniera?
La Ibex Moon si prende la responsabilità di dar loro voce ed escon fuori quattro tracce di death/doom primordiale fortemente debitore a gente come Hellhammer/Celtic Frost, Treblinka, Asphyx roba leggerina insomma.
Apre le danze “Whispers Of Fire”, possiede un animo fortemente dedito alla formazione di Tom.G.Warrior e nel riff ponte ricorda vagamente gli Slayer, “The Ravages Of Heathen Men” è la migliore del lotto, profondamente doomish, la voce è acida e graffiante, l’atmosfera sulfurea che si viene a respirare è infernale, senza via di scampo.
“Vindication” è più abbordabile come ascolto, una canzone semplicemente diretta quasi essenziale oserei dire, buon ritmo ma poco cosa al cosptto della successiva, è infatti con la conclusiva “Grievious Ascendance” che si torna a calcare il terreno più trascinato/pesante, malevolo il riffing portante che con quattro note regala sensazioni massicce e grevi.
La produzione ben si presta alla marcia rappresentazione musicale fornita dal trio e il quadro diviene completo ed esatto.
E’ un buon rientro quello fornito dai Divine Eve, certo l’ep è una tipologia di release che piacerà e verrà acquistata soprattutto dai collezionisti e fan sfegatati, gli altri attenderanno che la formazione regali loro un album completo che li devasti per benino.
Date un ascolto a “Vengeful And Obstinate”, chi è nato per amare il sound della morte in maniera sincera non tradisce mai (per fortuna)!

Facebook Comments