DIVISION – Control Issues

DIVISION – Control Issues

Informazioni
Gruppo: Division
Anno: 2010
Etichetta: Two-Fiths Gone Records
Contatti: www.myspace.com/divisionusa
Autore: Mourning

Tracklist
1. Hunt
2. Perfect Little Slave
3. Short Attention Span Society
4. Soulmate
5. The Collector
6. Gemini
7. Feast
8. Future In Your Eyes
9. .45 Intent
10. Bloodletting
11. Burning Bright

DURATA: 48:40

DIVISION - Control Issues Prende vita a metà degli anni Novanta l’avventura degli americani Division, la band si muove su territori power/thrash con accenni al prog, cosa che li accomuna in parte ad act quali Nevermore e i più catchy e moderni Symphorce non tralasciando influenze classiche come Jag Panzer e Testament che non stenterete a notare.
La discografia della formazione vanta tre capitoli antecedenti a quest’ultimo “Control Issues”, prima di cingermi al suo ascolto non ho avuto occasione di visionarli tutti reperendo solo il precedente “Trinity” per avere quanto meno un minimo di confronto con il passato recente dato che il lavoro risale al 2005.
Il sound del nuovo lavoro se comparato al proprio predecessore risulta più massiccio e decisamente virante al thrashy, molto più compatto ed evoluto anche nelle strutture, seppur entrambi godano di produzioni di livello.
E’ un punto fondamentale per apprezzare l’operato insito in quest’album l’aver occasione di percepire delineatamente la strumentazione con la voce di Nick che posizionata centralmente si avampone al resto valorizzandone le potenzialità.
Undici tracce ben assortite ed eseguite che mostrano palesemente una band matura e cosciente delle proprie possibilità, piste veloci e pesanti che si ritagliano spazi grazie alla loro prorompenza come “Perfect Little Slave”, “Short Attention Span Society” e “The Collector” vanno a incrociarsi con altre che spiccano per doti di diversa natura come le più melodiche “Future In Your Eyes” e “.45 Intent” e una più lenta e atmosferica “Gemini” che rivela la parte più intima e affinatamente scura del combo.
Un lotto che di per sè basterebbe a dar ragione al pensiero che si tratti di una prestazione di buona caratura, aggiungendo che le canzoni non citate posseggono le doti per divinire ognuna una propria hit personale, “Control Issues” si può definire un centro pieno.
Peccherà di mancanza d’innovazione o di un’assenza di ricerca del tocco di fino esasperata, cose di cui possiamo ovviamente fare a meno, mi è già bastato ascoltare “The Obsidian Conspiracy” dei Nevermore per farmi del male quest’anno e a quanto pare Dane e soci dovrebbero prendere esempio dai ragazzi sul come eseguire ciò che si sa far meglio, non volendo con questo dire che non si tratti di cavalli di razza.
Condito da assoli ben assestati forniti dalla coppia d’asce formata da Mike Blevins e Dave Evans, con un basso che a più riprese decide di venire a galla per farsi apprezzare con le sue linee dolci ad opera dell’ormai ex membro Ron Kralik (è subentrato da giugno di questo stesso anno Tim Regan già nei Burning Shadows e Recently Vacated Graves), con un James Goetz che dietro le pelli si diverte non poco offrendo basi solide e dinamicamente appropriate e Nick che dietro il microfono esegue i testi alternando voce pulita con una dal tratto più duro, tutto ciò fa di “Control Issues” un disco che vale la pena avere nella vostra collezione.
Fate quindi un bel giro sullo space dei Division, ascoltateli e puntate all’acquisto di quello che è un disco di metal composto con i dovuti crismi.

Facebook Comments