DOMGÅRD – Ödelagt

 
Gruppo: Domgård
Titolo: Ödelagt
Anno: 2017
Provenienza: Svezia
Etichetta: Carnal Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Youtube  Bandcamp

 

TRACKLIST

  1. Niþanvarþa
  2. Svartdjupets Lockelse
  3. Töckenhöljt
  4. I Geirröds Hall
  5. Aldar Røkkr
  6. Kynjagaldr
  7. Ödelagt
  8. Lögr Óðreris – Urblodets Trollmakt
  9. Grottkvinnans Hemlighet
  10. Sejdmannens Förbannelse
  11. Förgånget
  12. Ødhe Vi
DURATA: 01:12: 47
 

I Domgård sono una di quelle formazioni che con tutta probabilità gli amanti del black metal underground conosceranno già. Gli Scandinavi hanno ormai venti anni di attività e sono apparsi sul nostro sito in occasione dell'uscita dell'album di debutto "I Nifelhels Skygd" (2010), al tempo recensito da Akh. Lo scorso anno sono ritornati a pubblicare un disco, a sette anni di distanza: "Ödelagt" si nutre ancora una volta dell'essenza novantiana del genere sia in fatto di tematiche che di sonorità, proponendosi come figlio ed erede naturale di quanto espresso in territorio nord-europeo nel corso di quegli intramontabili e neri anni.

Cio che ci viene proposto nel terzo album della formazione è una piena immersione nella mitologia norrena attraverso atmosfere e un comparto grafico che rimanda per sensazioni e aderenza stilistica a molte realtà note, provenienti dal panorama svedese e norvegese; inutili da citare in quanto palesemente identificabili durante la sessione di ascolto.

L'ora e un quarto scarsa di musica ortodossa, ma non per questo priva di carattere ed epicità, si avventa sull'ascoltatore e si apre a sonorità solenni e ancestrali. Inoltre è in grado di sfoderare una certa classe, modellando ambientazioni da racconto oscuro e melodie avvincenti, così come di avventurarsi nei sedici minuti di "Förgånget", all'interno dei quali viene inclusa un'aura doom imponente, mantenendo sempre alta la tensione e l'emotività.

Citando parte della conclusione del testo di Akh., mi sento di affermare che "Ödelagt" sia un disco da consigliare «a chi non crede che oggigiorno ci siano ancore vere band che possano suonare vero Black Metal e a ogni appassionato del genere in questione». Non ho trovato difetti particolari che ne possano inficiare forma e sostanza, offrendo così una valida alternativa a coloro i quali vivono per un certo tipo di suono e attitudine. Il nome Domgård non dovrebbe passare inosservato.

Facebook Comments