DOPE STARS INC. – Terapunk

 
Gruppo: Dope Stars Inc.
Titolo: Terapunk
Anno: 2015
Provenienza: Italia
Etichetta: Subsound Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Soundcloud

 
TRACKLIST

  1. It's Going To Rain For You
  2. Many Thanks
  3. I Don't Wanna Know
  4. Take It
  5. Do It Yourself
  6. Alone With You
  7. You Have No Chance
  8. Dressed Inside Your Fear
  9. Spider Claw
  10. The Believer
DURATA: 39:27
 

La formazione dei Dope Stars Inc., guidata da Victor Love, giunge al traguardo del quinto disco con "Terapunk". Non è la prima volta che mi confronto con loro, ma ammetto con candore di non essere un appassionato di sonorità elettroniche-danzerecce. In passato mi è capitato in qualche circostanza di recensire lavori del genere — l'ultimo in ordine di tempo fu "Death By A Thousand Cuts", il secondo capitolo discografico dei finnici Black Light Discipline — e di tanto in tanto trovo sia salutare staccare la spina dal mondo musicale che mi attornia giornalmente, godendomi un piacevole diversivo.

Svuotata la testa da qualsiasi preconcetto, ho ascoltato di filato un paio di volte l'album e l'impressione iniziale è stata quella di avere a che fare con una band che ha deciso di imboccare il sentiero del divertimento, guardando indietro e ripercorrendo parte della strada intrapresa con l'uscita dell'esordio "Neuromance" in una versione più matura e allo stesso tempo semplice, sfruttando il lato più orecchiabile e ballabile della proposta. La scaletta è stata modellata in modo tale da riuscire a far convivere rock, industrial metal, new wave e synth-pop, infilando di seguito brani positivamente infettivi nei quali fanno la loro comparsa suoni sia scintillanti che graffianti e ritornelli cantabilissimi.

Ogni singolo pezzo di questo "Terapunk" sembra inciti a un costante scuotimento del corpo, si vedano a esempio "Many Thanks" o la più acida "Dressed Inside Your Fear", anche se per il sottoscritto il gruppo romano dà il meglio quando il tessuto elettronico viene impiantato su episodi punk come "Do It Yourself" (che non potrà non farvi pensare ai Ramones) e "You Have No Chance".

Per i fruitori abituali del genere il disco in questione non riserverà nessuna sorpresa particolare, al massimo si rivelerà essere un ulteriore riprova del buono stato di forma compositivo in dote ai Dope Stars Inc., mentre per chiunque non si muova assiduamente su tali frequenze potrebbe divenire un ottimo modo per scaricare la tensione. Scegliete quindi a quale dei suddetti schieramenti appartenete e nel farlo non dimenticatevi di inserire "Terapunk" almeno un paio di volte nel lettore, premere il tasto play e… let's dance!

Facebook Comments