DORMANT INFERNO / DIONYSUS – Beyond Forgotten Shores

 
Gruppo: Dormant Inferno / Dionysus
Titolo: Beyond Forgotten Shores
Anno: 2015
Provenienza: India / Pakistan
Etichetta: Transcending Obscurity India
Contatti:

Dormant Inferno  Facebook  Reverbnation Last.fm

Dionysus  Facebook  Youtube  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST

  1. Dormant Inferno – Veil Of Lunacy
  2. Dormant Inferno – Deliverance
  3. Dormant Inferno – A Once Holy Throne [cover Incantation]
  4. Dionysus – Beneath The Skies Of War
  5. Dionysus – Rain
DURATA: 36:44
 

I Dionysus e i Dormant Inferno appartengono a scene metal, rispettivamente pakistana e indiana, in pieno sviluppo e si presentano con uno split intitolato "Beyond Forgotten Shores", forti del supporto della Transcending Obscurity, etichetta del sempre attivissimo Kunal Choksi.

Entrambe le band propongono musica in cui è l'aura doom a dominare la scena. I Dormant Inferno offrono doom-death possente, melodico e che non disdegna richiami alle sonorità britanniche degli anni Novanta, come chiaramente espresso con "Veil Of Lunacy"; omaggiando inoltre i demoni Incantation con una interessante rielaborazione di "A Once Holy Throne". I Dionysus invece sfoderano un approccio molto più ruvido, sporco e un po' penalizzato da una produzione tutt'altro che perfetta; difetti a parte, anch'essi sono comunque stati in grado di realizzare due brani appetibili ("Beneath The Skies Of War" e "Rain"), in cui scie del mondo black metal entrano a far parte del nostro ascolto, convivendo con un'atmosfera capace di spogliarsi degli ottani metallici e di aprirsi all'intromissione dell'acustica, all'interno di un discreto modus operandi compositivo basato su soluzioni mai troppo complesse, ma più che discretamente fruibili.

"Beyond Forgotten Shores" ci dà quindi la possibilità di conoscere due band ancora in fase di rodaggio, tuttavia sulla buona strada per realizzare qualcosa che valga seriamente la pena di essere ascoltato. Il lavoro è stato pubblicato in due versioni: la prima contenente solo i cinque brani in scaletta e un'altra nella quale è stato aggiunto un secondo cd che racchiude le precedenti uscite delle due realtà coinvolte (l'ep "In Sanity" del 2011 per ciò che riguarda i Dormant Inferno e l'ep "Hymn To Dying" del 2012 per quel che riguarda i Dionysus); con quest'ultima avrete perciò modo di constatare la maturazione complessiva sin qui ottenuta. Infine c'è da segnalare che il disco vede coinvolto il già citato Kunal anche in qualità d'autore della copertina. Un'uscita decisamente riuscita.

 

Facebook Comments