DOROTHY – Ancora

 
Gruppo: Dorothy
Titolo: Ancora
Anno: 2017
Provenienza: Italia
Etichetta: Time To Kill Records
Contatti:

Facebook  Youtube

 
TRACKLIST

  1. Clessidra
  2. Secondi Molesti
  3. Chiedilo Alle Stelle
  4. Questo Mondo Uccide
  5. Ancora
  6. Piazza Pia
  7. Jacky
  8. E Se Tante Volte Se
  9. Boom!
  10. Paralleli E Catene
  11. Giuro, Manchi Dentro
DURATA: 47:05
 

I Dorothy sono anacronisticamente belli da ascoltare. La formazione romana è decisamente figlia del movimento crossover e nu-metal, è pertanto impossibile non divenire nostalgici con una proposta che saggiamente dosa Korn, Limp Bizkit, Disturbed, Soil e Linea 77. In questo mix pare che la novità sia unicamente rappresentata da un paio di innesti che richiamano il panorma dub-step, aggiornando lievemente il suono.

In "Ancora" sono racchiusi tre quarti d'ora abbondanti di musica nella quale si incrociano una marea di ricordi (odiati o amati, a voi deciderlo), sezioni ritmiche, scambi vocali ruvidi e puliti, melodie e ritornelli da intonare, che risultano piacevoli per chiunque abbia seguito con intensità il decorso di un genere spesso divenuto capro espiatorio dei fruitori delle frange sonore più estreme, al quale tuttavia non si dovrebbe negare il valore delle semplici ma efficaci doti attrattive.

Le canzoni in scaletta sembra che vogliano rabbiosamente trovare una strada hardcore: rocciose eppure costantemente in grado di scendere a patti con la componente più orecchiabile. Riflessive e intime quanto tese e nervose nei confronti di tematiche nostalgicamente attuali. Narrate in idioma italico, colpiscono allo stomaco, evitando di girarci troppo intorno («Falsi amici e finti sorrisi in questa vita di merda sono tutti nemici»); i testi affossano («E cosa pensi tu di questo mondo infame / Dove la legge non è per nessuno uguale / Dove l'amore ci ha fatto molto male»), estraniano e alimentano dubbi («Ti chiedi mai se forse dio è come noi / Non so se siamo o non siamo figli suoi»), mantenendo però viva la flebile speranza che qualcosa di meglio debba per forza esserci («Paradiso so che esiste»).

"Ancora" è un lavoro intenso, energico, discretamente sfaccettato e ben prodotto. L'opera matura di una band che ha qualcosa da dire e sa come farlo. I Dorothy troveranno il modo di aprirsi una breccia negli ascolti di coloro i quali hanno un vivido interesse nei confronti dei nomi citati nel testo. Le qualità non mancano: a voi offrire l'occasione per mostrarle.

Facebook Comments