DREAMS – 3Am

 
Gruppo: Dreams
Titolo:  3Am
Anno: 2014
Provenienza:  U.S.A.
Etichetta: Pest Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp

 
TRACKLIST

  1. Parallel Anxiety
  2. Delta Wave Overload
  3. Abduct Me
  4. Sleepless Lullabies
  5. Swallowing Consciousness
  6. 3Am
DURATA: 22:05
 

Shoegaze: un termine che ormai è diventato estremamente familiare al pubblico metal, pur se spesso e volentieri ancora se ne ignorano le origini, tanto questo stile è rimasto legato a quello che il progetto Alcest ha fatto nella seconda metà degli '00. Per il pubblico metal, shoegaze si associa in genere più a quest'ultimo fenomeno, che a quello che effettivamente il termine indicava tra fine anni '80 e inizio anni '90.

Quando approcciamo i Dreams, la definizione che dobbiamo tenere a mente è quella "classica", in questo caso facente capo soprattutto a uno dei nomi precursori del filone: Jesus And Mary Chain (principalmente in "Delta Wave Parallel"), oltre ai soliti mostri sacri come My Bloody Valentine e soci. L'estetica, anche visiva, di questo disco è chiaramente passata attraverso le letture moderne (più o meno metallare) del genere, ma il nucleo sonoro resta saldamente ancorato al sound "tradizionale".

Il progetto nasce come l'ennesima incarnazione del polistrumentista A. Morbid – noto in particolare come mente della band depressive black metal Happy Days – sempre interessato a esplorare sonorità limitrofe (o anche no) al regno del black metal. Questo EP conta sei tracce dalla durata contenuta (nessuna supera i cinque minuti) e l'orizzonte sonoro di riferimento è chiaro. In "3Am" le ritmiche post-punk la fanno da padrone, delineando un lavoro che sembra allo stesso tempo un omaggio a un mondo musicale che è tornato con prepotenza negli ambienti internazionali e un'opera genuina nella quale Morbid (qui citato come M) si dedica a un'area che sarebbe stata fuori luogo in un'uscita a nome Happy Days.

Il libretto è molto semplice e la copertina trasmette un'atmosfera gothic e post-punk, sia in termini cromatici che tematici. Tra le altre cose, si segnala la presenza della voce femminile di Michelle Nightshade.

In definitiva, 3Am" è una piacevole aggiunta al crescente catalogo Pest Productions e una discreta rilettura delle sonorità '80-'90 riviste alla luce (o al buio) di un'esperienza contemporanea.

Facebook Comments