EMPHERIS / BEAST PETRIFY – Petrified Through Aeons In The Light Of Providence [M1]

 
Gruppo: Empheris / Beast Petrify
Titolo: Petrified Through Aeons In The Light Of Providence
Anno: 2012
Provenienza: Polonia / Singapore
Etichetta: Wydawnictwo Muzyczne Psycho / Mediapark Pictures
Contatti:

Empheris  Facebook

Beast Petrify: non disponibili

 
TRACKLIST

  1. Empheris – The Return To Mighty Kadath
  2. Empheris – Blood Stains Thy Flesh
  3. Empheris – Lost In The Providence
  4. Empheris – Roar Of Aeons
  5. Empheris – Spitfire Thrash
  6. Empheris – Home Of Once Brave [cover Bathory]
  7. Beast Petrify – Leakaenigma
  8. Beast Petrify – Epidemic Glimpse Of Horror
  9. Beast Petrify – Dominant Force
  10. Beast Petrify – Majestic Embarkment
  11. Beast Petrify – Pembalasan Penanggal Puaka
  12. Beast Petrify – Crucifixation [cover Deicide]
  13. Beast Petrify – Primitive Future [cover Sepultura]
DURATA: 45:28
 

"Petrified Through Aeons In The Light Of Providence" è uno split che mette in contatto Polonia e Singapore, sulle note estreme delle tredici tracce proposte dai veterani Empheris e Beast Petrify. Wydawnictwo Muzyczne Psycho lo ha rilasciato in collaborazione con Mediapark Pictures nel 2012.

Gli Empheris sono alfieri di uno speed metal dalle inflessioni black-thrash, coinvolgente, incalzante e privo di particolari rifiniture (se non qualche assolo elementare sparso qua e là), così come è schietto e crudo il cantato inglese dall'inflessione polacca di Adrian. Quando i toni si fanno maggiormente distesi e solenni, è invece il momento di omaggiare i Bathory, attraverso la cover di "Home Of Once Brave".

I Beast Petrify sono il secondo gruppo ad apparire in scaletta e già dalle atmosfere horror e teatrali dell'intro "Leakaenigma" si deduce che qualcosa di inquieto cova sotto la coltre death metal massiccia del terzetto. Come fossero degli Impiety sotto metamfetamine, i Nostri tentano di sottrarre punti di riferimento all'ascoltatore più vecchia scuola, con improvvisi saliscendi ritmici, scale chitarristiche a velocità furibonde e assoli supersonici. Lo stesso Al-Fahmi in sede vocale, col supporto di Scyfrul, pare un epigono stridulo di Mille Petrozza, in grado di scendere fino al growl e viceversa salire fino al quasi falsetto. Soltanto le due cover conclusive registrate in sala prove, rispettivamente di Deicide e Sepultura, ci restituiscono una band più tradizionale.

Pur restando sostanzialmente un'opera old school, "Petrified Through Aeons In The Light Of Providence" si è rivelato un divertente diversivo di quarantacinque minuti pieno di energia.

Facebook Comments