Esoteric - Metamorphogenesis

ESOTERIC – Metamorphogenesis

Gruppo:Esoteric
Titolo:Metamorphogenesis
Anno:1999
Ristampa:2020
Provenienza:Regno Unito
Etichetta:Aesthetic Death / Eibon Records
Contatti:Sito web  Facebook  Bandcamp  Instagram  Spotify
TRACKLIST

  1. Dissident
  2. The Secret Of The Secret
  3. Psychotropic Transgression
DURATA:44:15

Cosa si può dire di nuovo, nel 2020, di Metamorphogenesis, l’album degli Esoteric che in tanti considerano un EP perché dura solo tre quarti d’ora anziché la canonica ora e un quarto? Probabilmente niente, ma vale comunque la pena di ripercorrerne la storia in occasione della sua uscita in vinile, a oltre vent’anni dalla pubblicazione originale.

Uscito nel 1999, il quarto lavoro della band di Birmingham fu un crocevia per tanti versi. Per prima cosa vide sua funeralità Greg Chandler esordire alla chitarra, oltre che portare avanti i suoi compiti alla voce, un doppio ruolo che l’inglese non ha più abbandonato fino ai giorni nostri. Non solo, Metamorphogenesis è anche il primo parto degli Esoteric che esce per un’etichetta straniera, la Eibon Records di Mauro Berchi, il vate italiano della darkwave e di un po’ tutte le cose buie (Canaan, Neronoia, Cultus Sanguine e via discorrendo). Ancora, si tratta della prima formale autoproduzione del gruppo, gestita tramite registrazioni casalinghe e separate da parte dei vari membri coinvolti e poi mixate su una digital workstation.

Fatte tutte queste premesse storiche, salta fuori che Chandler, guardandosi indietro, non è mai stato troppo soddisfatto del risultato. «Abbiamo un po’ esagerato, troppi livelli, troppi bassi, e il risultato era caotico ed esageratamente oppressivo», e quindi ecco la scusa per rimettere mano a queste tre tracce, remixarle completamente, rimasterizzarle e prepararle per la loro prima pubblicazione in vinile, per un’uscita collaborativa tra Eibon, originale licenziataria del materiale, ed Aesthetic Death, l’etichetta che agli Esoteric ha dato i natali e di cui ha curato gli esordi, proprio fino a Metamorphogenesis.

Il disco, in questa sua nuova veste, non ha in realtà perso granché dell’oppressione originale, e i pezzi sono ancora un tuffo di testa nell’abisso come qualsiasi altra produzione del gruppo d’oltremanica. Sono, questo sì, più chiari, decisamente più ariosi, ma certo non più leggeri, nemmeno dal punto di vista prettamente fisico: per 44 minuti di musica, vista la suddivisione in solo tre brani, è comunque necessario ricorrere a due diversi LP per non spezzare in due “The Secret Of The Secret”. Il brano centrale è anche quello che vede come ospite Tom Kvålsvoll, chitarrista norvegese passato dalle parti dei Dødheimsgard ai tempi di Supervillain Outcast.

Per quanto riguarda il contenuto di Metamorphogenesis in senso stretto, beh, c’è poco da dire, qualunque appassionato di funeral doom negli ultimi vent’anni volente o nolente è passato da queste parti, dal sound malsano, dai riff catacombali, dalle urla disperate, dagli echi e dai rimbombi che Greg Chandler e compagni hanno scelto come cifra stilistica ormai quasi trent’anni fa e cesellato e rifinito nell’arco di una carriera. Ogni tassello del mosaico a nome Esoteric è a suo modo fondamentale, e l’uscita per Eibon Records non fa eccezione.

Facebook Comments