ESOTERIC – The Pernicious Enigma

 
Gruppo: Esoteric
Titolo: The Pernicious Enigma
Anno: 1997
Ristampa: 2016
Provenienza: Regno Unito
Etichetta: Aesthetic Death
Contatti:

      

 
TRACKLIST

  1. Creation (Through Destruction)
  2. Dominion Of Slaves
  3. Allegiance
  4. NOXBC9701040
  5. Sinistrous
  6. At War With The Race
  7. A Worthless Dream
  8. Stygian Narcosis
  9. Passing Through Matter
DURATA: 01:55:17
 

Gli Esoteric, ancora loro… Dopo aver dato spazio a "Subconscious Dissolution Into The Continuum" e "The Maniacal Vale", vi chiederete perché il sottoscritto dedichi nuovamente del tempo alla formazione di Greg Chandler e soci. La risposta è semplice: io erigerei dei veri e propri monumenti alla gloria della band.

Padrini assoluti di un preciso modo di affrontare le nefaste lande del funeral doom, addensando masse di un grigiore fitto e senza compromessi, su una base di nero in grado di annientare l'animo. Geniali nel far confluire nella proposta radici sonore provenienti da più settori estremi (dark ambient, death metal, grind e noise-drone) e impossibili da non definire criptici e labirintici. Gli Esoteric sono questo e molto altro.

"The Pernicious Enigma", secondo capitolo della discografia, e a titolo personale l'apice assoluto, esibisce in toto il repertorio della band, offrendo una prova intricata, stratificata, alienante, tentacolare e ruvida. È letteralmente impossibile assorbire l'urto causato dall'incrocio con le quasi due ore di perenne disagio inglobato nei nove pezzi che vanno a comporre l'opera; è altrettanto difficoltoso farsi largo con la mente, schiacciati dalle atmosfere soffocanti e dal labirintico muro di suoni e rumori che sfilacciano la speranza sino a decomporla. Risulta vano il tentativo di trovare una via di fuga, muovendosi in un territorio nel quale la morte stende impietosa un velo narcolettico incantevole, che lentamente e inesorabilmente annulla la volontà di scappare.

Nella musica degli Esoteric vi è un'abnorme componente suggestiva e seduttiva, alimentata e finalizzata dalla voce superba e demoniaca di Chandler, capace di affiorare con malsana naturalezza da remoti antri per infestare e circondare l'incauto ascoltatore.

"The Pernicious Enigma" è un capolavoro con già vent'anni di vita alle spalle, ma che anche oggi nel 2017 riesce a incantare come se fosse stato partorito in questo istante. Un album perfetto e in grado di innalzare una ondata oppressiva che non lascia scampo. Un paio di ore di invitante delirio esoterico del quale possiamo usufruire in formato vinile triplo (versione in mio possesso), grazie all'intervento della Aesthetic Death, supporto in grado di aumentare la sensazione di compressione e dissesto, che non evapora una volta concluso il severo corso. Conoscerlo è essenziale, possederlo un obbligo morale verso voi stessi.

Facebook Comments